it_IT Politica Blogosfere.it - Ultime notizie della sezione Politica Wed, 23 Aug 2017 00:30:05 +0000 Wed, 23 Aug 2017 00:30:05 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogosfere.it/politica 2004-2014 Blogo.it L’olfatto ci fa ingrassare? Tue, 22 Aug 2017 14:22:12 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571028/lolfatto-ci-fa-ingrassare http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571028/lolfatto-ci-fa-ingrassare Andrea Butkovič Andrea Butkovič

L'olfatto ci fa ingrassare

In un esperimento condotto sui topi alla University of California di Berkeley, un gruppo di scienziati ha scoperto un interessante collegamento tra l'olfatto e il metabolismo. A un gruppo di topi veniva tolto l'olfatto, mentre ad un altro no. A parità di dieta e per l'esattezza una dieta ad alto contenuto di grassi, solo il secondo gruppo ingrassava.

Il gruppo di topi ai quali veniva tolto l'olfatto non subiva un aumento di peso nonostante la dieta ad alto tenore calorico. D'altra parte, i topi che conservavano il senso dell'olfatto, ingrassavano a vista d'occhio. Gli scienziati hanno allora ipotizzato un link tra l'olfatto e il metabolismo.

L'olfatto comunica al cervello quando siamo sazi e quando le calorie assunte sono abbastanza da poter attivare il metabolismo. Senza l'olfatto questa comunicazione diventa automatica e il metabolismo si accelera. L'olfatto ci fa ingrassare e potrebbe essere coinvolto anche nei disturbi alimentari.

 

Via | Sciencedaily.com 

PROSEGUI LA LETTURA

L’olfatto ci fa ingrassare? é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 16:22 di Tuesday 22 August 2017

]]>
0
Energie rinnovabili e batterie: Taiwan chiede aiuto a Tesla Tue, 22 Aug 2017 13:15:47 +0000 http://www.ecoblog.it/post/171992/energie-rinnovabili-e-batterie-taiwan-chiama-tesla http://www.ecoblog.it/post/171992/energie-rinnovabili-e-batterie-taiwan-chiama-tesla Peppe Croce Peppe Croce

Energie rinnovabili e batterie: Taiwan chiede aiuto a Tesla

Addio al nucleare dal 2025 e un piano di investimenti in fotovoltaico, eolico e altre rinnovabili con accumulo di energia con batterie al litio: questo sarà il futuro energetico di Taiwan secondo quanto riporta l'agenzia di stampa asiatica Nikkei.

Il 15 agosto milioni di cittadini residenti in 17 città di Taiwan sono rimasti senza elettricità a causa di un malfunzionamento di una centrale elettrica del nord del paese: due minuti di interruzione nella fornitura di gas a un impianto termoelettrico turbogas hanno causato il black out ed ingenti disagi alla popolazione, attività economiche comprese.

Il fatto non sarebbe così preoccupante se il paese asiatico non avesse già deciso di fare a meno del nucleare entro il 2025, cosa che senza rinnovabili lo renderebbe dipendente dalle centrali elettriche alimentate da combustibili fossili come il gas, il petrolio e il carbone. Ma il Governo di Taiwan ha deciso di guardare molto più avanti e di investire in un sistema energetico serio, basato non solo sulle rinnovabili ma anche sugli accumuli di energia con batterie al litio e ad altre tecnologie.

E, parlando di batterie al litio da abbinare alle rinnovabili, al momento il leader del mercato è Tesla. Proprio all'azienda californiana ha intenzione di rivolgersi il Ministro della Scienza e della Tecnologia, Chen Liang-gee: "Tesla sta usando la tecnologia delle batterie al litio per aiutare l'Australia e la California a implementare le reti intelligenti e gli accumuli di energia connessi alla rete, e noi possiamo imparare da loro in futuro. Proveremo a cercare una soluzione possibile, entreremo in contatto con loro".

Chen fa riferimento esplicito ai contatti tra Tesla e l'Australian Energy Market Operator, il cui CEO Audrey Zibelman ha definito la collaborazione con l'azienda una "parte molto importante del nostro piano estivo". In South Australia, dove i black out li hanno sperimentati a settembre 2016 a causa di una tempesta, Tesla vorrebbe costruire una mega batteria a ioni di litio da 129 MWh di capacità.

I piani del Governo taiwanese vanno ben oltre le dichiarazioni ai giornalisti: Chen ha affermato che il Governo invierà presto un team di suoi rappresentanti negli Stati Uniti per parlare con Tesla, anche se non sarà lui in persona a guidare la delegazione. Il che, tradotto dal linguaggio diplomatico, vuol dire che non si tratta di una mossa politica ma di veri e propri colloqui di business. Si mandano i tecnici per parlare di soluzioni concrete, senza che venga anche il Ministro a fare passerella. Non per niente, al momento, ancora Tesla non commenta la notizia. Gli affari, loro, li sanno fare.

Credit foto: Tesla

PROSEGUI LA LETTURA

Energie rinnovabili e batterie: Taiwan chiede aiuto a Tesla é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 15:15 di Tuesday 22 August 2017

]]>
0
Borotalco Johnson & Johnson, risarcimento di 417 milioni di dollari a una donna malata di cancro alle ovaie Tue, 22 Aug 2017 11:30:50 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571314/borotalco-johnson-johnson-risarcimento-di-417-milioni-di-dollari-a-una-donna-malata-di-cancro-alle-ovaie http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571314/borotalco-johnson-johnson-risarcimento-di-417-milioni-di-dollari-a-una-donna-malata-di-cancro-alle-ovaie Maria Vasta Maria Vasta

Borotalco Johnson & Johson

La Johnson & Johnson sarebbe stata condannata a pagare ben 417 milioni di dollari a una donna malata di cancro, che per anni ha utilizzato il borotalco di quest’azienda. A stabilire la condanna sarebbe stata una giuria di Los Angeles, ma la società ha già annunciato che presenterà ricorso. Questa non è la prima volta che la J&J riceve una condanna a causa del suo borotalco. Già in precedenti occasioni la Legge si era espressa a favore di persone che, dopo aver utilizzato il prodotto per diversi anni, avrebbero sviluppato un tumore.

Dal canto suo però, l’azienda continua a ritenere che il talco sia sicuro. In natura questo prodotto contiene però dell'amianto, una sostanza cancerogena che, se inalata, può mettere a rischio i polmoni. Come spiega l'American Cancer Society, sin dagli anni 70 i produttori hanno cominciato a rimuovere ogni traccia di amianto dal prodotto, e attualmente non vi sarebbero prove a conferma del fatto che il talco privo di quel particolare “ingrediente” possa provocare il cancro.

Un portavoce della Johnson & Johson avrebbe infatti spiegato che, pur essendo vicini a coloro che si sono ammalati di questa terribile malattia, la società è “guidata dalla scienza, che sostiene la sicurezza del baby powder".

Intanto l'International Agency for Research on Cancer (Iarc), agenzia che detta le linee guida in merito alla classificazione dei rischi relativi ai tumori, indica il talco come un "possibile elemento cancerogeno" per gli esseri umani.

via | Repubblica, Cancer.org,

PROSEGUI LA LETTURA

Borotalco Johnson & Johnson, risarcimento di 417 milioni di dollari a una donna malata di cancro alle ovaie é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 13:30 di Tuesday 22 August 2017

]]>
0
USA, Donald Trump ci ripensa sul ritiro delle truppe in Afghanistan Tue, 22 Aug 2017 11:19:47 +0000 http://www.polisblog.it/post/387161/usa-donald-trump-ci-ripensa-sul-ritiro-delle-truppe-in-afghanistan http://www.polisblog.it/post/387161/usa-donald-trump-ci-ripensa-sul-ritiro-delle-truppe-in-afghanistan Daniele Particelli Daniele Particelli

Ancora un dietro front del Presidente USA Donald Trump rispetto a forti prese di posizioni espresse in passato. Stavolta tocca all’Afghanistan e alla presenza in loco delle truppe USA, che proseguirà anche nel corso della sua presidenza.

Trump si era sempre detto a favore del ritiro delle truppe, mentre ora si è convinto che una mossa del genere lascerebbe campo libero ai terroristi. Trump ha spiegato di non voler ripetere l’errore che fu commesso in Iraq ed ha anticipato che le condizioni della presenza delle truppe USA in Afghanistan cambieranno:

L’America lavorerà con il governo dell’Afghanistan fino a quando vedremo impegno e progresso.

Il Presidente USA non ha spiegale quale sarà la nuova strategia, ma ha anticipato che il nuovo approccio sarà più pragmatico e meno idealista e che si passerà dal voler costruire una nazione all’uccidere i terroristi. A dare supporto alle truppe già presenti nel Paese, Washington dovrebbe inviare altri 4 mila uomini, anche se Trump ha preferito non commentare né smentire questo particolare.

ARLINGTON, VA - AUGUST 21: First lady Melania Trump stands with Ivanka Trump before President Donald Trump delivered remarks on American involvement in Afghanistan at the Fort Myer military base on August 21, 2017 in Arlington, Virginia. Trump was expected to announce a modest increase in troop levels in Afghanistan, the result of a growing concern by the Pentagon over setbacks on the battlefield for the Afghan military against Taliban and al-Qaeda forces.  (Photo by Mark Wilson/Getty Images)

PROSEGUI LA LETTURA

USA, Donald Trump ci ripensa sul ritiro delle truppe in Afghanistan é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:19 di Tuesday 22 August 2017

]]>
0
Terremoto a Ischia, i soccorsi in azione a Casamicciola - VIDEO Tue, 22 Aug 2017 08:29:33 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585913/terremoto-a-ischia-i-soccorsi-in-azione-a-casamicciola-video http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585913/terremoto-a-ischia-i-soccorsi-in-azione-a-casamicciola-video Daniele P. Daniele P.

Proseguono da ore, senza sosta, le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco e dei volontari a Casamicciola, la zona di Ischia più colpita dal terremoto di ieri sera. Nel corso di queste ultime ore è stato confermato il decesso di due donne, mentre diverse persone sono state estratte vive dalle macerie, incluso un bambino di appena 7 mesi e suo padre, rimasti imprigionati dopo il crollo della loro abitazione in località La Rita.

I vigili del fuoco hanno già identificato due bambini in vita sotto alle macerie e stanno lavorando incessantemente per trarli in salvo. I soccorsi sono riusciti a raggiungerli e dar loro dell’acqua.

A damaged car is stuck under rubble, after an earthquake hit the popular Italian tourist island of Ischia, off the coast of Naples, causing several buildings to collapse overnight on August 21, 2017.   A magnitude-4.0 earthquake struck the Italian holiday island of Ischia, causing destruction that left two people dead at peak tourist season, authorities said, as rescue workers struggled early to free two children from the rubble.  / AFP PHOTO / Mauro Pagnano        (Photo credit should read MAURO PAGNANO/AFP/Getty Images)

PROSEGUI LA LETTURA

Terremoto a Ischia, i soccorsi in azione a Casamicciola - VIDEO é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:29 di Tuesday 22 August 2017

]]>
0
Terremoto a Ischia, magnitudo 4.0: due morti e 25 feriti, diversi crolli sull’isola Mon, 21 Aug 2017 22:31:20 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585907/terremoto-ischia-21-agosto-2017-ultime-notizie http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585907/terremoto-ischia-21-agosto-2017-ultime-notizie Daniele P. Daniele P.

terremoto-ischia.jpeg

É di almeno 2 persone rimaste uccise il bilancio del terremoto che ieri sera, pochi minuti prima delle 21.00, ha colpito l’isola di Ischia, la terza isola più popolosa d’Italia dopo Sicilia e Sardegna.

L’epicentro, secondo i dati diffusi dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è stato localizzato in mare a circa 3 chilometri da Lacco Ameno, nella parte nord dell’isola, a 10 chilometri di profondità.

La scossa ha provocato diversi crolli nella zona più occidentale dell’isola, tra Lacco Ameno e Casamicciola. Due persone sono morte dopo esser state colpite dai calcinacci, mentre altre 25 risultano ferite, alcune in gravi condizioni. Dieci le persone che mancano all’appello, coi soccorsi che stanno lavorando senza sosta per evitare il peggio.

L’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno è stato evacuato a causa di crepe giudicate preoccupanti e in attesa di tutte le verifiche del caso è stata prontamente allestita un’aerea operativo all’estero, a pochi passi dall’ospedale.

terremoto-ischia-2.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

Terremoto a Ischia, magnitudo 4.0: due morti e 25 feriti, diversi crolli sull’isola é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 00:31 di Tuesday 22 August 2017

]]>
0
Chi ha dei tatuaggi suda in modo diverso? Mon, 21 Aug 2017 18:30:46 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571306/chi-ha-dei-tatuaggi-suda-in-modo-diverso http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571306/chi-ha-dei-tatuaggi-suda-in-modo-diverso Maria Vasta Maria Vasta

Tatuaggi sudore

Quando decidiamo di farci fare un tatuaggio nuovo di zecca, difficilmente pensiamo al possibile effetto che il tattoo in questione potrebbe avere sul nostro modo di sudare. Ebbene, coloro che hanno dei tatuaggi saranno sorpresi dall'apprendere la notizia che i tatuaggi possono effettivamente cambiare il nostro modo di sudare. Questo è quanto emerge da uno studio condotto dai membri dell’Alma College in Michigan, uno studio che potrebbe avere delle implicazioni importanti per gli atleti che hanno molti tatuaggi.

Per esaminare la questione, gli esperti hanno analizzato i cambiamenti nella sudorazione in delle aree tatuate del corpo di un campione di 10 giovani uomini con tatuaggi su un lato del loro corpo, ma non sull'altro. I ricercatori hanno poi usato dei patch chimici contenenti una sostanza che stimola la sudorazione sia sulla pelle tatuata che su quella non tatuata, ed esaminando i dati avrebbero scoperto che la produzione di sudore era dimezzata nella pelle tatuata rispetto a quella presente nella pelle non tatuata.

Secondo gli esperti, sono necessarie ulteriori e approfondite ricerche per spiegare meglio questo fenomeno, e futuri studi di follow-up potrebbero essere di notevole interesse per atleti tatuati che si allenano al sole, e che corrono quindi un maggior rischio di “surriscaldamento”, oltre che per categorie come quella dei pompieri e dei soldati.

Sebbene sia improbabile che gli individui con quantità limitate di pelle tatuata che svolgono attività fisica moderata possano rischiare di andare incontro a conseguenze negative, è comunque importante tenere in considerazione tali rischi per le persone che hanno molti tatuaggi e che svolgono delle attività fisiche vigorose, soprattutto in considerazione del ruolo svolto dal sudore nel prevenire condizioni gravi come il colpo di calore.

via | HealthLine

PROSEGUI LA LETTURA

Chi ha dei tatuaggi suda in modo diverso? é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 20:30 di Monday 21 August 2017

]]>
0
Attentato a Barcellona, blitz delle autorità a Subirats: ucciso il sospetto terrorista Mon, 21 Aug 2017 15:23:13 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585892/attentato-a-barcellona-blitz-delle-autorita-a-subirats-ucciso-il-sospetto-terrorista http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585892/attentato-a-barcellona-blitz-delle-autorita-a-subirats-ucciso-il-sospetto-terrorista Daniele P. Daniele P.

Sparatoria oggi pomeriggio nella città spagnola di Subirats, nella regione della Catalogna, durante un’operazione di polizia finalizzata alla cattura di Younes Abouyaaqoub, il 22enne sospettato di essere l’autista del furgone che ha provocato 14 morti a Barcellona il 17 agosto scorso.

Le autorità hanno confermato che un giovane è stato ucciso in un conflitto a fuoco con gli agenti, ma non è ancora stato accertato che si trattasse proprio di Abouyaaqoub. Il giovane, secondo quanto riferiscono le autorità locali, avrebbe gridato “Allahu Akbar” quando le autorità lo hanno bloccato e avrebbe provato a far esplodere il giubbotto esplosivo che aveva addosso prima di venir colpito dai militari.

A segnalare la presenza del giovane con indosso una cintura esplosiva sono stati alcuni passanti. La risposta dei Mossos d'Esquadra è stata immediata e il sospettato è stato neutralizzato.

Si attendono conferme sull’identità del giovane ucciso.

PROSEGUI LA LETTURA

Attentato a Barcellona, blitz delle autorità a Subirats: ucciso il sospetto terrorista é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 17:23 di Monday 21 August 2017

]]>
0
Uova al Fipronil, Ministero della Salute: due casi in Italia Mon, 21 Aug 2017 13:16:54 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122094/uova-al-fipronil-italia http://www.soldiblog.it/post/122094/uova-al-fipronil-italia re.mar. re.mar.

uova al fipronil

Uova al fipronil anche in Italia. Due i campioni contaminati secondo le risultanze delle analisi effettuate dagli Istituti zooprofilattici su 114 campioni sottoposti al monitoraggio per scoprire le eventuali contaminazioni, anche su derivati e alimenti che contengono uova. Il ministero della Salute nel dare la notizia riferisce che altri accertamenti sono in corso sulle due uova al fipronil in modo da risalire alle cause della contaminazione.

"Sono state rilevate due positività con conseguente segnalazione alle Regioni e Asl competenti territorialmente per ulteriori accertamenti sulla fonte di contaminazione e l'adozione, in esito ad essi, di eventuali provvedimenti restrittivi" spiegano dal Ministero aggiungendo che "l'attività delle autorità sanitarie centrali e periferiche prosegue, anche alla luce di quanto concordato nel corso di una riunione di verifica e coordinamento con le autorità regionali e i carabinieri Nas in corso questa mattina presso il ministero".

L'attività di monitoraggio è stata effettuata s uova e prodotti sia di provenienza estera sia nazionale, in collaborazione con le autorità sanitarie regionali e il Nas, il comando dei Carabinieri per la tutela della salute. Fin qui "sono stati effettuati 42 campionamenti conoscitivi dai Nas su prodotti trasformati contenenti uova o derivati, prelevati nei negozi e supermercati su disposizione del ministero del 14 agosto; 181 campionamenti dalle Regioni, nell'ambito del Piano di ricerca su pollame, uova, derivati disposto dal ministero l'11 agosto; 60 campionamenti dagli Uffici periferici del ministero della Salute per gli adempimenti comunitari (Uvac), per merci provenienti dai Paesi interessati dall'allerta. Sono stati inoltre gestiti, con segnalazioni alle autorità territoriali e attività di rintraccio, i 6 messaggi sul sistema di allerta comunitario Rasff che riguardavano anche l'Italia" si legge ancora nella nota diffusa dal Dicastero della salute.

Uova al fipronil, quali sono i rischi

Il fipronil è fluocianobenpirazolo, ovvero un insetticida che ha contaminato le uova esportate in 15 Paesi europei tra cui l'Italia. Il Fipronil è largamente usato anche come antiparassitario per gli animali domestici. I sintomi per l'uomo, reversibili, dovuti al contatto accidentale col l'insetticida, specie se ripetuta a forti dosi, sono irritabilità, ipereccitabilità, irritabilità, letargia e tremori. Nei casi più gravi anche convulsioni. Moderatamente tossico secondo l'OMS, se assunto in grandi quantità può provocare danni anche alla tiroide, ai reni al fegato.

PROSEGUI LA LETTURA

Uova al Fipronil, Ministero della Salute: due casi in Italia é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 15:16 di Monday 21 August 2017

]]>
0
Singapore, scontro tra cacciatorpediniere USA e petroliera liberiana: 10 militari dispersi Mon, 21 Aug 2017 08:37:55 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585882/singapore-scontro-tra-cacciatorpediniere-usa-e-petroliera-liberiana http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585882/singapore-scontro-tra-cacciatorpediniere-usa-e-petroliera-liberiana Daniele P. Daniele P.

Dieci marinai dell’Esercito degli Stati Uniti risultano dispersi in seguito alla collusione avvenuta ieri tra cacciatorpediniere USS John S. McCain (DDG-56) e una petroliera battente bandiera liberiana.

L’impatto è avvenuto alle porte di Singapore. Il cacciatorpediniere, secondo quanto ricostruito, si stava dirigendo verso il porto quando si è scontrato con la petroliera Alnic MC. Cinque marinai dell’Esercito sono rimasti feriti, mentre 10 sono caduti in acqua e risultano attualmente dispersi. Nessun membro dell’equipaggio della Alnic MC, invece, è rimasto ferito e non è stata segnalata alcuna perdita di petrolio in acqua.

Al momento dell’impatto e nelle ore successive il mare in quella zona era molto mosso e ad oggi le speranze di ritrovare in vita i dieci dispersi sono molto basse, come confermato anche da un portavoce dell’Esercito della Malesia, impegnato nelle ricerche:

Le onde sono alte tra 0.5 e 1.5 metri, quindi il mare è molto agitato e può essere davvero pericoloso se non si ha un giubbotto di salvataggio.

PROSEGUI LA LETTURA

Singapore, scontro tra cacciatorpediniere USA e petroliera liberiana: 10 militari dispersi é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:37 di Monday 21 August 2017

]]>
0
Barcellona: uno dei terroristi collabora con la polizia Mon, 21 Aug 2017 06:47:28 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585878/barcellona-uno-dei-terroristi-collabora-con-la-polizia http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585878/barcellona-uno-dei-terroristi-collabora-con-la-polizia Fabio Pagano Fabio Pagano

attentato-barcellona-017.jpg

Mohamed Houli Chemlal è sopravvissuto all’esplosione nell’appartamento di Alcantar che ha coinvolto una parte della cellula terroristica responsabile degli attentati in Spagna. Dal momento in cui le sue condizioni fisiche lo hanno permesso è stato sottoposto a interrogatorio da parte delle forze dell’ordine spagnole.

Il terrorista, anche a sorpresa, ha parlato e ha aiutato a ricostruire i movimenti e la composizione della cellula terroristica negli ultimi mesi. È stato molto importante anche per ricostruire i contatti avuti dai terroristi in giro per l’Europa. A parte il ritorno in Marocco, infatti, il gruppo terroristico ha girato l’Europa.

Si sono mossi tra Francia, Svizzera e Belgio. La collaborazione di Mohamed Houli Chemlal è stata tenuta completamente segreta. Domani verrà portato davanti ai giudici dell’antiterrorismo di Madrid insieme agli altri arrestati. Questo darà il via all’indagine ufficiale sui movimenti e la composizione della cellula, ma in realtà il tutto è cominciato già da tre giorni.

Un ruolo chiave nell’organizzazione dell’attentato è stato sicuramente quello dell’Imam Abdel Baki Essati che si è spostato in Belgio, dove ha vissuto per tre mesi, ed è stato anche in carcere in Spagna per due anni. Intanto si sta stringendo il cerchio intorno all’ultimo degli attentatori, Youssef Abouyaaqoub, che è in fuga lungo il confine tra Catalogna e Francia.

PROSEGUI LA LETTURA

Barcellona: uno dei terroristi collabora con la polizia é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 08:47 di Monday 21 August 2017

]]>
0
Si può morire di sclerosi multipla? Sun, 20 Aug 2017 14:06:54 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571023/si-puo-morire-di-sclerosi-multipla http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571023/si-puo-morire-di-sclerosi-multipla Andrea Butkovič Andrea Butkovič

Sclerosi multipla: si può morire?

Di sclerosi multipla non si muore. I dati sulle persone che sono affette da sclerosi multipla riportano un'aspettativa di vita uguale a quella della popolazione che non ne è affetta. Le persone affette da sclerosi multipla hanno la stessa possibilità di contrarre malattie di qualsiasi altra persona.

In generale, quindi, le persone che hanno la sclerosi multipla muoiono per le stesse cause per cui muoiono tutti gli altri. Cancro, incidente, vecchiaia, ictus, malattie cardiache. Le cause sono le stesse. Soltanto in pochissimi casi, molto rari, la sclerosi multipla può colpire in maniera molto aggressiva e aggravare la salute della persona affetta in maniera grave.

Secondo i dati medici, quindi, sono pochissime le persone al mondo che effettivamente muoiono in seguito all'aggravarsi dei sintomi della sclerosi multipla. Una delle preoccupazioni più grandi di chi si ammala di sclerosi multipla è anche il fatto di non poter camminare più in tempi brevi. La paura è quella di finire in sedia a rotelle prima o poi.

Ma i trattamenti moderni della sclerosi multipla consentono di controllare e rallentare notevolmente la progressione della malattia e di non gravare così tanto sulla salute delle persone e sulle loro vite. Moltissime persone con sclerosi multipla continuano a vivere le loro vite come prima, senza dover lasciare il lavoro o cambiare radicalmente le proprie abitudini.

Sicuramente a incidere sulla salute di una persona affetta da sclerosi multipla sono le stesse abitudini che possono determinare la malattia di chi la malattia non ce l'ha. Smettere di fumare, condurre una vita sana e vivere con serenità la malattia possono aiutare a mantenere un'ottima salute anche per chi soffre di sclerosi multipla.

PROSEGUI LA LETTURA

Si può morire di sclerosi multipla? é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 16:06 di Sunday 20 August 2017

]]>
0
Auto a idrogeno: il nuovo prototipo Hyundai Sun, 20 Aug 2017 14:00:39 +0000 http://www.ecoblog.it/post/171979/auto-a-idrogeno-hyundai http://www.ecoblog.it/post/171979/auto-a-idrogeno-hyundai Paolo Sperati Paolo Sperati

Le auto a idrogeno salutano l'arrivo del prototipo Hyundai Next Generation FCEV, prossimo modello di serie alimentato con pile a combustibile. In occasione di un evento speciale tenutosi a Seul, la casa coreana ha presentato il concept ormai pronto per la produzione. Il modello non ha ancora un nome ufficiale ma dimostra nuovamente l'impegno di Hyundai nello sviluppo avanzato di veicoli ecologici che comprende già la nuova Ioniq, unica sul mercato a essere disponibile in versione ibrida, ibrida plug-in ed elettrica.

Il nuovo modello a celle a combustibile rappresenta la quarta generazione di auto a idrogeno della casa coreana ed è stato sviluppato su quattro pilastri chiave: l'efficienza del sistema di celle a combustibile, le prestazioni (resa massima), l'autonomia e la densità di stoccaggio del serbatoio. Non si tratta più di una versione a idrogeno di un SUV compatto già presente in gamma come il "vecchio" Hyundai ix35 Fuel Cell, lanciato nel 2013, ma un nuovo modello con un design inedito che sarà lanciato ufficialmente al CES di Las Vegas 2018 e sarà in vendita entro la fine del prossimo anno.

A livello tecnico e stilistico, rappresenta un'evoluzione della Hyundai FE Concept lanciata al Salone di Ginevra 2017. La Hyundai Next Generation FCEV presenta tre serbatoi delle stesse dimensioni rispetto ai due diversi adottati dalla ix35 Fuel Cell mentre il motore elettrico eroga 163 CV, il 20% di potenza in più rispetto alla ix35. Le partenze a freddo ora sono possibili fino ai -30°C, grazie ad alcune migliorie nello stoccaggio dell’idrogeno: anche la densità di stoccaggio è aumentata grazie a nuovi materiali che hanno permesso di contenere lo spessore delle pareti. Ne ha beneficiato anche la resa energetica dell’impianto, ora al 60% (+9% rispetto alla ix35). L'autonomia dichiarata nel ciclo NEDC è di 800 km con un solo pieno d'idrogeno.

La Hyundai Next Generation FCEV rappresenta soltanto il primo dei diversi modelli a basso impatto ambientale che il costruttore lancerà nei prossimi anni: entro metà 2018 arriverà infatti la Hyundai Kona elettrica, la cui autonomia dichiarata toccherà i 390 km. Tre anni più tardi, nel 2021, un'altra auto elettrica sarà lanciata con il marchio di lusso Genesis. Successivamente arriverà un quarto modello elettrico con un'autonomia di oltre 500 km.

PROSEGUI LA LETTURA

Auto a idrogeno: il nuovo prototipo Hyundai é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 16:00 di Sunday 20 August 2017

]]>
0
Barcellona, messa alla Sagrada Familia per le vittime dell’attacco - FOTO Sun, 20 Aug 2017 09:38:40 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585858/barcellona-messa-alla-sagrada-familia-per-le-vittime-dellattacco-foto http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585858/barcellona-messa-alla-sagrada-familia-per-le-vittime-dellattacco-foto Daniele P. Daniele P.

Si è svolta questa mattina all’interno dell’icona Sagrada Familia di Barcellona la messa di commemorazione per le 14 vittime dell’attacco terroristico sulla Rambla, mentre alcune delle persone rimaste ferite sono ancora ricoverate in diversi ospedali della città.

Alla funzione hanno preso parte anche il Re di Spagna Felipe VI e la regina consorte Letizia, ma anche il Primo Ministro Mariano Rajoy per un evento caratterizzato da una sicurezza ai massimi livelli, complici anche le indiscrezioni secondo le quali uno degli obiettivi dei terroristi doveva essere proprio la Sagrada Familia.

Almeno una delle persone responsabili dell’attacco, il giovane che era alla guida del mezzo che ha travolto i passanti, risulta latitante. Le autorità hanno confermato in queste ore che la cellula jihadista dietro all’attacco sulla Rambla, composta da 12 elementi, è stata smantellata, ma la caccia all’uomo prosegue senza sosta.

Ieri è stato condotto un raid nella città di Ripoll, a nordest della Catalogna, dove l’imam di una Moschea manca all’appello da qualche settimana.

PROSEGUI LA LETTURA

Barcellona, messa alla Sagrada Familia per le vittime dell’attacco - FOTO é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:38 di Sunday 20 August 2017

]]>
0
Ibridare per competere: il caso Amazon & Whole Foods Sun, 20 Aug 2017 05:00:57 +0000 http://www.managementnotes.it/post/137575/ibridare-per-competere-il-caso-amazon-whole-foods http://www.managementnotes.it/post/137575/ibridare-per-competere-il-caso-amazon-whole-foods Marco Valerio Rossi Marco Valerio Rossi

An extreme close-up of a keyboard, focused on the shift key which now says “add to cart” and has a blue icon of a shopping cart.

La recente acquisizione della catena di supermercati Whole Foods – brand numero 1 del bio food negli Stati Uniti – da parte di Amazon ha generato un buzz significativo tra professionisti ed esperti di management a causa della portata dell’operazione sotto un profilo finanziario. L’acquisizione è infatti costata 13,7 miliardi di dollari – circa la metà della Finanziaria italiana del 2017 – e ha fatto aumentare il valore delle azioni di Amazon e Whole Foods rispettivamente del 1,27% e del 27%.

Tuttavia, numeri a parte, un ulteriore aspetto che chi si occupa di management non può assolutamente trascurare riguarda il significato strategico di questa operazione per la business vision di Amazon.

Infatti, mentre la parola Amazon è da sempre stata sinonimo di e-commerce, Whole Foods lavora seguendo l’impostazione “tradizionale” della GDO (vendita al dettaglio attraverso una rete capillare di punti vendita fisici). Qual è dunque lo scopo di questo (così costoso) connubio tra modelli di business così diversi?

La risposta, in parte, è contenuta proprio nella domanda. Infatti, in un mondo in cui i consumatori richiedono sempre più ibridazione tra il mondo fisico e quello digitale, il management di Amazon non sta facendo altro che rispondere a questa esigenza. In particolare, Bezos e i suoi stanno portando il modello di business di Amazon verso una sempre più marcata configurazione ibrida e omnicanale – ovvero una gestione sinergica e integrata di tutti i canali di contatto online e offline con il consumatore finale – e l’acquisto di Whole Foods è la ciliegina sulla torta di questo processo.

La trasformazione in atto nel business model di Amazon è testimoniata anche dall’inaugurazione avvenuta negli scorsi mesi del primo Amazon Go, un nuovo format di negozio fisico di generi alimentari (grocery store) di proprietà con un’innovativa caratteristica: l’assenza delle casse.

In questo negozio un complesso sistema di telecamere è in grado di comprendere i gesti dei consumatori e di tradurli in acquisti digitali. L’addebito del pagamento avviene all’uscita del cliente dal negozio direttamente sul suo conto Amazon.

Questo, in poche parole, è quello che significa offrire ad un cliente un’esperienza omnicanale in cui i canali fisici e digitali si ibridano fino quasi a confondersi l’uno con l’altro.

Tuttavia, con l’acquisto di Whole Foods Amazon è andata oltre. Infatti, l’accordo con la catena statunitense prevede che questa non solo manterrà il proprio brand e il proprio CEO (John Mackey) ma anche tutti i suoi dipendenti. Non seguirà quindi il format di Amazon Go che, pur nella sua innovatività, continua ad offrire un’esperienza d’acquisto “impersonale” ai consumatori.

Dunque, sebbene secondo molti questo passo costituisca per Amazon una maniera per migliorare la propria penetrazione nel settore del grocery sfruttando la rete di negozi a insegna Whole Foods, sarebbe davvero limitante vedere solo sotto un profilo di efficientamento logistico quest’operazione.

Ci sono almeno altre due azioni strategiche che Amazon va a compiere con l’acquisizione di Whole Foods, oltre a migliorare le proprie capacità distributive:


  1. Acquista il marchio più noto degli USA per la vendita di cibo salutare in un mondo in cui il tema dell’obesità si fa sempre più allarmante, migliorando quindi la brand reputation ed enfatizzando la sua mission di brand vicino ai bisogni delle persone “dalla A alla Z”;

  2. Offre ai propri clienti l’opportunità di interagire per la prima volta di persona con dei dipendenti in un punto vendita di proprietà, distaccandosi così in parte dalla completa immaterialità in cui la sua natura digitale l’aveva relegata fino all’anno scorso e configurando il suo modello di business ufficialmente come ibrido e omnicanale.


Questa vicenda ci insegna, prima di tutto, che per potersi assicurare una posizione di leadership duratura anche i giganti dell’e-commerce come Amazon hanno bisogno di rendere maggiormente tangibile la componente esperienziale della propria offerta di valore; in secondo luogo, che gli investimenti in reputation non sono mai troppi; e infine ci indica che il presidio e la gestione sinergica di tutti i canali a disposizione per soddisfare il consumatore è un must irrinunciabile per qualunque azienda.

Anche (o forse soprattutto) se si chiama Amazon.

di Marco Valerio Rossi

PROSEGUI LA LETTURA

Ibridare per competere: il caso Amazon & Whole Foods é stato pubblicato su Managementnotes.it alle 07:00 di Sunday 20 August 2017

]]>
0
Viaggio con Flixbus: i passeggeri crescono del 70% Sat, 19 Aug 2017 10:00:33 +0000 http://www.ecoblog.it/post/171975/viaggio-con-flixbus-passeggeri http://www.ecoblog.it/post/171975/viaggio-con-flixbus-passeggeri Paolo Sperati Paolo Sperati

Viaggio con Flixbus

Il viaggio con Flixbus continua a conquistare gli italiani. Grazie ai passeggeri in crescita del 70%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (giugno e luglio), sono molte le persone che hanno raggiunto le località di vacanza con il servizio di autobus. Un trend positivo presente anche negli altri Paesi europei in cui è presente FlixBus, dove in media l’incremento delle prenotazioni durante il periodo estivo si è attestato al 30%.

Sulla base delle prenotazioni effettuate durante il periodo estivo, Venezia e Lecce sono le città italiane verso cui è stato registrato il maggiore incremento rispetto al resto dell’anno. Seguono nella top 5 delle mete preferite dell’estate 2017 Bari, Napoli e Roma. Tra le destinazioni estere, le più gettonate per il periodo estivo sono state Parigi e Francoforte, seguite da Monaco di Baviera, Nizza e Zagabria. Aumentano inoltre i passeggeri che scelgono l'autobus per recarsi in aeroporto: FlixBus raggiunge infatti anche gli scali di Milano Malpensa, Bergamo Orio al Serio, Venezia e Roma Fiumicino. La rete conta attualmente collegamenti in 170 città italiane e ha tagliato il traguardo di 5 milioni di passeggeri in soli due anni ma la sua operatività in Italia resta ancora in bilico.

I blitz legislativi delle scorse settimane hanno messo a serio rischio il futuro della giovane azienda nel nostro Paese: il Governo e il Pd hanno peraltro già dichiarato di non condividere le norme fin qui proposte per spingere FlixBus fuori dal mercato, impegnandosi a rimuovere vincoli immaginati ad hoc per colpire un solo operatore insieme alla propria rete di aziende partner. Dopo aver ricordato che "la Commissione bilancio del Senato ha la possibilità di pronunciarsi su emendamenti che possono determinare regole europee di concorrenza a tutela dei viaggiatori", Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia, ha aggiunto: "Se le parole spese e gli impegni presi hanno un senso, voglio essere fiducioso sul fatto che il Parlamento non assecondi ancora le resistenze corporative che allontanano l’Italia dall’Europa e dalla contemporaneità e che, una volta per tutte, risolva questo incredibile pasticcio legislativo".

PROSEGUI LA LETTURA

Viaggio con Flixbus: i passeggeri crescono del 70% é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 12:00 di Saturday 19 August 2017

]]>
0
Finlandia, accoltella i passanti a Turku: fermato un uomo Fri, 18 Aug 2017 14:17:34 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585849/finlandia-accoltella-i-passanti-a-turku http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585849/finlandia-accoltella-i-passanti-a-turku Daniele P. Daniele P.

turku.jpg

Diverse persone sarebbero state ferite a coltellate oggi pomeriggio nella città di Turku, nel sud della Finlandia. A renderlo noto sono le autorità locali, che avrebbero già arrestato la persona responsabile dopo averla ferita in un conflitto a fuoco.

Le autorità hanno invitato tutti i residenti a restare al chiuso fino a nuova comunicazione.

L’attacco è avvenuto nella zona di piazza Puutori, nel centro della città. Le autorità non hanno ancora rilasciato dettagli sull'accaduto ed è presto per conoscere il movente dell'aggressione.

PROSEGUI LA LETTURA

Finlandia, accoltella i passanti a Turku: fermato un uomo é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 16:17 di Friday 18 August 2017

]]>
0
I pomodori diminuiscono il rischio di tumore alla pelle Fri, 18 Aug 2017 13:37:42 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571019/i-pomodori-diminuiscono-il-rischio-di-tumore-alla-pelle http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571019/i-pomodori-diminuiscono-il-rischio-di-tumore-alla-pelle Andrea Butkovič Andrea Butkovič

Pomodori tumore alla pelle

Questo almeno nei topi. Un gruppo di scienziati della Ohio State University ha condotto un esperimento in cui è emerso che una dieta ricca di pomodori riduce il rischio di tumore alla pelle. Lo studio, pubblicato sulla rivista Scientific Reports, mostra in particolare i benefici per la pelle dei carotenoidi contenuti nel pomodoro.

I carotenoidi sono i pigmenti che colorano di rosso la buccia del pomodoro e sembra che possano agire come potente schermo contro i raggi Uv. I pomodori diminuiscono il rischio di tumore alla pelle della metà nei topi, ma potrebbe essere lo stesso per noi umani.

I licopeni, carotenoidi contenuti nei pomodori, sono anche dei potenti antiossidanti e potrebbero proteggere dai tumori in generale. Rimangono da studiare i precisi effetti di una dieta ricca di pomodori sugli esseri umani, ma nel frattempo possiamo continuare a mangiarli in quantità!

 

Via | Sciencedaily.com

PROSEGUI LA LETTURA

I pomodori diminuiscono il rischio di tumore alla pelle é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 15:37 di Friday 18 August 2017

]]>
0
Barcellona, due cittadini italiani tra le vittime dell’attentato Fri, 18 Aug 2017 11:20:57 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585843/barcellona-un-cittadino-italiano-tra-le-vittime-dellattentato http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585843/barcellona-un-cittadino-italiano-tra-le-vittime-dellattentato Daniele P. Daniele P.

bruno-gulotta.jpg

Ci sono anche due cittadini italiani tra le vittime dell’attentato di ieri pomeriggio a Barcellona. Si tratta del 35enne Bruno Gulotta, responsabile marketing e vendite del portale Tom's Hardware, che si trovava sulla Rambla insieme alla compagna e ai due figli, e il 25enne Luca Russo, residente a Bassano del Grappa e in vacanza a Barcellona insieme alla fidanzata.

A confermato il decesso di Bruno Gulotta sono stati i colleghi della redazione con un ricordo affidato a Roberto Buonanno, country manager di Tom's Hardware per l'Italia:

La notizia ci è giunta all'improvviso ieri sera nel clima spensierato della settimana di ferragosto. Il collega e amico Bruno Gulotta è stato travolto e ucciso da un infame terrorista nel cuore di Barcellona. Era lì in ferie, insieme con la sua compagna e con i due figli. Aveva postato su Facebook le tappe del suo percorso e tutto sembrava procedere come uno si aspetterebbe da un viaggio di vacanza. Una foto da Cannes, una dalle Ramblas di Barcellona. E poi quello che nessuno si aspetta: la morte di un giovane uomo, padre e compagno di vita della madre dei suoi figli.

I familiari del giovane, lo scrive il quotidiano La Repubblica, avrebbero già raggiunto Barcellona. Il decesso di Luca Russo, invece, non è stato ancora confermato ufficialmente dalla Farnesina. Il 25enne, laureato in ingegneria energetica, si trovava a Barcellona insieme alla fidanzata, rimasta ferita in modo non grave.

PROSEGUI LA LETTURA

Barcellona, due cittadini italiani tra le vittime dell’attentato é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:20 di Friday 18 August 2017

]]>
0
Spagna, nuovo attentato nella notte sul lungomare di Cambriis Fri, 18 Aug 2017 06:52:15 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585839/spagna-nuovo-attentato-nella-notte-sul-lungomare-di-cambriis http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/585839/spagna-nuovo-attentato-nella-notte-sul-lungomare-di-cambriis Fabio Pagano Fabio Pagano

attentato-barcellona-018.jpg

Un secondo attentato in Spagna è stato sventato dalle forze di polizia. Intorno alla mezzanotte un’Audi A3 si è lanciata a tutta velocità sul lungomare di Cambriis una località turistica a pochi chilometri da Tarragona a Sud di Barcellona. L’auto ha travolto diverse persone e quando i terroristi sono scesi per completare l’opera è scattato un conflitto a fuoco con una pattuglia dei mossos d’esquadra.

Nel conflitto a fuoco sono stati uccisi tutti e cinque i terroristi, uno dei quali non è riuscito ad arrivare vivo in ospedale. Per fortuna l’attacco, complessivamente, ha causato solo sei feriti e nessuna vittima. Poco dopo una sesta persona collegata all’attentato è stata arrestata per le strade della città catalana.

Alcuni dei terroristi uccisi indossavano delle cinture esplosive con le quali, probabilmente, avevano in programma di farsi saltare in aria in mezzo alla folla di turisti. A quanto pare i due attentati, quello di Barcellona e quello di Cambriis, sarebbero collegati con l’esplosione avvenuta ad Alcanar.

Un uomo di origini magrebine è morto mentre maneggiava bombole di gas all’interno di un’abitazione. L’esplosione ha ferito un altro uomo, anch’esso di origini magrebine, che si trovava all’interno dell’abitazione e che è stato arrestato. Sotto le macerie sono stati ritrovati dei documenti che con il senno di poi permettono di stabilire un collegamento tra i due attentati.

PROSEGUI LA LETTURA

Spagna, nuovo attentato nella notte sul lungomare di Cambriis é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 08:52 di Friday 18 August 2017

]]>
0