it_IT Home Blogosfere.it - Ultime notizie della sezione Home Sat, 23 Jun 2018 17:59:24 +0000 Sat, 23 Jun 2018 17:59:24 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogosfere.it/home 2004-2014 Blogo.it Germania-Svezia: diretta risultato | Formazioni ufficiali Sat, 23 Jun 2018 17:38:12 +0000 http://www.calcioblog.it/post/734096/germania-svezia-diretta-risultato-mondiali http://www.calcioblog.it/post/734096/germania-svezia-diretta-risultato-mondiali Redazione CalcioBlog Redazione CalcioBlog

Germania-Svezia sa già di ultima spiaggia per i campioni in carica, se non vogliono diventare solo campioni uscenti. I tedeschi, infatti, sono a quota zero punti nel Girone F che per ora è dominato dal Messico, che ha 6 punti, seguito dalla Svezia che ne ha 3. I tedeschi hanno perso il match d'esordio contro i messicani, causando un piccolo terremoto a Città del Messico, mentre gli svedesi hanno vinto la partita contro la Corea, che ormai è già eliminata, avendo perso entrambe le prime due partite. Ma i tedeschi rischiano di fare la fine dei coreani già stasera se non vincono contro gli svedesi.

Un match imperdibile, dunque, quello che comincia alle ore 20 di stasera a Sochi e che si può seguire in diretta tv su Italia 1 con la telecronaca di Ricky Buscaglia e il commento tecnico di Aldo Serena, e su Mediaset Extra Mondiale con il commento della Gialappa's Band, mentre in streaming si può guardare sul sito ufficiale Mediaset.it. Qui su Blogo vi aggiorneremo con il risultato e vi faremo vedere i video degli eventuali gol.

I precedenti ta Germania e Svezia sono 36 con 15 vittorie per i tedeschi e 12 per gli svedesi, mentre i restanti nove sono pareggi. Quando si sono incontrate ai Mondiali la Germania ha vinto tre volte perdendo una volta sola. Qui di seguito le formazioni ufficiali che scendono in campo stasera.

Germania-Svezia: le formazioni ufficiali

Germania (4-2-3-1): 1 Neuer; 18 Kimmich, 17 Boateng, 16 Rüdiger, 3 Hector; 19 Rudy, 8 Kroos; 13 Müller, 7 Traxler, 11 Reus; 9 Werner

A disposizione: 2 Plattenhardt, 4 Ginter, 5 Hummels, 6 Khedira, 10 Özil, 12 Trapp, 14 Goretzka, 15 Süle, 20 Brandt, 21 Gündongan, 22 Ter Stegen, 23 Gomez

CT: Joachim Löw

Svezia (4-4-2): 1 Olsen; 2 Lustig, 3 Lindelöf, 4 Granqvist, 6 Augustinsson; 17 Claesson, 7 Larsson, 8 Ekdal, 10 Forsberg; 9 Berg, 20 Toivonen

A disposizione: 5 Olsson, 11 Guidetti, 12 Johnsson, 13 Svensson, 14 Helander, 15 Hiljemark, 16 Kraft, 18 Jansson, 19 Rohdén, 21 Durmaz, 22 Kiese Thelin, 23 Nordfeldt

CT: Janne Andersson

PROSEGUI LA LETTURA

Germania-Svezia: diretta risultato | Formazioni ufficiali é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 19:38 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Di Maio: "reddito di cittadinanza è priorità". Ma Tria frena Sat, 23 Jun 2018 17:32:42 +0000 http://www.polisblog.it/post/396237/reddito-di-cittadinanza-governo-conte http://www.polisblog.it/post/396237/reddito-di-cittadinanza-governo-conte redazione Blogo.it redazione Blogo.it

reddito di cittadinanza governo conte

Sui tempi del reddito di cittadinanza il vicepremier Luigi Di Maio oggi rilancia: "Ci sono valutazioni tecniche del ministro dell'Economia Tria e del viceministro Castelli comprensibili. Penso anche, però, che siamo di fronte a una emergenza assoluta che richiede una risposta subito. Per questo in accordo con il presidente del Consiglio ho convocato un tavolo sul tema già dalla prossima settimana. Questo tema deve avere la priorità assoluta".

Il vice premier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico non intende quindi arretrare: il reddito di cittadinanza del governo Conte è prioritario e quindi deve essere avviato già entro il 2018. Sul punto però il ministro dell'Economia Giovanni Tria non sembra esattamente dello stesso avviso.

Il titolare del dicastero di Via XX settembre ha spiegato da Lussemburgo, sede dell'Ecofin, che con Di Maio non si è mai entrati nel dettaglio della misura e che perciò lui non può dirsi né favorevole né contrario. Per quest'anno secondo Tria "i giochi sono quasi fatti, dobbiamo concentrarci su quegli interventi di riforme strutturali che non hanno costi, ma che sono importantissimi, come far ripartire gli investimenti pubblici. Per il 2018 gli aggregati di finanza pubblica saranno mantenuti, bisogna vedere quali saranno i provvedimenti che saranno proposti dal ministro competente, come saranno articolate e come sarà distribuito nel tempo. Uno può anche decidere delle misure oggi che entreranno in vigore nel 2019. Dal mio punto di vista bisogna vedere qual è l'effetto di spesa o di maggiori entrate, speriamo, quando questo effetto si realizzerà".

Di Maio: "per il reddito di cittadinanza 8 ore di lavoro gratis a settimana"

Il reddito di cittadinanza del governo Conte ha un obiettivo ben preciso che non è certo quello di:

dare soldi a qualcuno per starsene sul divano ma è dire con franchezza: hai perso il lavoro - il tuo settore è finito o si è trasformato - ora ti è richiesto un percorso per riqualificarti e essere reinserito in nuovi settori. Ma mentre ti formi e lo Stato investe su di te, ti do un reddito e in cambio dai al tuo sindaco ogni settimana 8 ore lavorative gratuite di pubblica utilità.

Così il ministro dello Sviluppo e del Lavoro Luigi Di Maio che ha parlato questa mattina al congresso della Uil.

Poi Di Maio ha spiegato che il Decreto dignità, primo vero atto del governo Conte, probabilmente sarà avviato la settimana prossima:

eliminerà la burocrazia per le imprese, ci sarà un intervento sul precariato, soprattutto dei più giovani, vieteremo pubblicità sul gioco d'azzardo e interverremo sulle delocalizzazioni, c'è un sacco di gente che viene lasciata in mezzo alla strada perché le aziende straniere vengono qui in Italia prendono soldi pubblici e poi se ne vanno all’estero

Sui tempi del reddito di cittadinanza, sul quando, ieri il ministro dello Sviluppo-Lavoro e vicepremier aveva detto che potrà essere avviato entro la fine del 2018 grazie ai fondi europei pur rispettando le esigenze di riduzione del nostro super debito pubblico.

Un’accelerazione (forse dettata dal calo di consensi mostrato dagli ultimi sondaggi per il M5s) rispetto ai primi annunci che parlavano di implementare il reddito di cittadinanza entro i primi due anni di legislatura. Di Maio ha poi promesso che dopo aver vinto la battaglia sui vitalizi si passerà al taglio delle pensioni d'oro.

PROSEGUI LA LETTURA

Di Maio: "reddito di cittadinanza è priorità". Ma Tria frena é stato pubblicato su Polisblog.it alle 19:32 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Mondiali Russia 2018: risultati e classifiche dei gironi Sat, 23 Jun 2018 17:05:05 +0000 http://www.calcioblog.it/post/732123/mondiali-russia-2018-calendario-risultati-classifiche http://www.calcioblog.it/post/732123/mondiali-russia-2018-calendario-risultati-classifiche Redazione CalcioBlog Redazione CalcioBlog

I Mondiali di Calcio 2018 si svolgono in Russia dal 14 giugno al 15 luglio. Si giocherà a Mosca (Stadio Lužniki e Otkrytie Arena), San Pietroburgo (Zenit Arena), Kaliningrad (Arena Baltika), Kazan (Kazan Arena), Nižnij Novgorod (Stadio Nižnij Novgorod), Samara (Futbol'nyj stadion v Samare), Volgograd (Volgograd Arena), Saransk (Mordovija Arena), Rostov sul Don (Rostov Arena), Soči (Stadio Olimpico Fišt) ed Ekaterinburg (Stadio Centrale).

La mascotte è il lupo Zabivaka ("Colui che segna"), l'inno ufficiale è Live it Up cantata da Nicky Jam, Era Istrefi e Will Smith.
In Italia i Mondiali si potranno seguire in diretta tv sui canali Mediaset. Cliccando sul box qui sotto troverete tutte le info sulla programmazione.

Qui di seguito le classifiche dei gironi che saranno aggiornate dopo ogni partita, il calendario, che sarà aggiornato con i risultati, e le rose di tutte le squadre, girone per girone.

Mondiali Russia 2018: classifiche dei gironi

Aggiornate al 23 giugno 2018
In grassetto le squadre già qualificate agli ottavi

Girone A: Russia 6, Uruguay 6, Arabia Saudita ed Egitto 0 punti
Girone B: Spagna 4, Portogallo 4, Iran 3, Marocco 0
Girone C: Francia 6, Danimarca 4, Australia 1 e Perù 0
Girone D: Croazia 6, Nigeria 3, Argentina e Islanda 1
Girone E: Brasile 4, Svizzera 4, Serbia 3, Costa Rica 0
Girone F: Messico 6, Svezia 3*, Corea Del Sud 0, Germania 0* [*una partita in meno]
Girone G: Belgio 6, Inghilterra 3*, Tunisia e Panama* 0 [*una partita in meno]
Girone H: Giappone e Senegal 3, Colombia e Polonia 0

Mondiali Russia 2018: Calendario e risultati

FASE A GIRONI
Giovedì 14 giugno:
Gruppo A:
Ore 17:00, Russia-Arabia Saudita 5-0 (12′ Gazinskiy, 43′ Cheryshev, 70′ Dzyuba, 90’+2′ Cheryshev, 90’+3′ Golovin)

Venerdì 15 giugno:
Gruppo A:
Ore 14:00, Egitto-Uruguay 0-1 (90' Gimenez)
Gruppo B:
Ore 17:00, Marocco-Iran 0-1 (95' aut. Bouhaddouz)
Ore 20:00, Portogallo-Spagna 3-3 (3′ Ronaldo rig., 23′ Diego Costa, 44′ Ronaldo, 55′ Diego Costa, 57′ Nacho, 87′ Ronaldo)

Sabato 16 giugno:
Gruppo C:
Ore 12:00, Francia-Australia 2-1 (58' Griezmann rig., 62' Jedinak rig., 80' Pogba)
Ore 18:00, Perù Danimarca 0-1 (59' Poulsen)
Gruppo D:
Ore 15:00, Argentina-Islanda 1-1 (19′ Aguero, 23′ Finnbogason)
Ore 21:00, Croazia-Nigeria 2-0 (32′ pt Etebo aut., 26′ st Modric)

Domenica 17 giugno:
Gruppo E:
Ore 14:00, Costa Rica - Serbia 0-1 (57' Kolarov)
Ore 20:00, Brasile-Svizzera 1-1 (20' Coutinho, 50' Zuber)
Gruppo F:
Ore 17:00, Germania-Messico 0-1 (35' Lozano)

Lunedì 18 giugno:
Gruppo F:
Ore 14:00, Svezia-Corea del Sud 1-0 (65' Granqvist rig.)
Gruppo G:
Ore 17:00, Belgio-Panama 3-0 (47′ Mertens, 69′ e 75′ Lukaku)
Ore 20:00, Tunisia-Inghilterra 1-2 (11′ Kane, 35′ Sassi rig., 91′ Kane)

Martedì 19 giugno:
Gruppo A:
Ore 20:00, Russia-Egitto 3-1 (2′ st autorete di Fathy; 14’st Cheryshev, 16’st Dzyuba; 27′ st Salah su rigore)

Gruppo H:
Ore 14:00, Colombia-Giappone 1-2 (6' Kagawa rig., 39' Quintero, 73' Osako)
Ore 17:00, Polonia-Senegal 1-2 (38' aut. Cionek, 16' st Niang, 41' st Krychowiak)

Mercoledì 20 giugno:
Gruppo A:
Ore 17:00, Uruguay-Arabia Saudita 1-0 (23' Suarez)
Gruppo B:
Ore 14:00, Portogallo-Marocco 1-0 (4' Cristiano Ronaldo)
Ore 20:00, Iran-Spagna 0-1 (54' Diego Costa)

Giovedì 21 giugno:
Gruppo C:
Ore 14:00, Danimarca-Australia 1-1 7' Eriksen (D), 38' Jedinak (A)
Ore 17:00, Francia-Perù 1-0 (34' Mbappé)
Gruppo D:
Ore 20:00, Argentina-Croazia 0-3 (53' Rebic, 80' Modric, 90+1' Rakitic)

Venerdì 22 giugno:
Gruppo D:
Ore 17:00, Nigeria-Islanda 2-0 (49' e 75' Musa)
Gruppo E:
Ore 14:00, Brasile-Costa Rica 2-0 (90+1' Coutinho e 90+7' Neymar)
Ore 20:00, Serbia-Svizzera 1-2 (Mitrovic 5', Xhaka 52', Shaqiri 90')

Sabato 23 giugno:
Gruppo F:
Ore 17:00, Corea del Sud-Messico 1-2 (26′ Vela rig., 66′ Hernandez, 92′ H. M. Son)
Ore 20:00, Germania-Svezia
Gruppo G:
Ore 14:00, Belgio-Tunisia 5-2 (6' e 51' Hazard, 18' e 48' Lukaku, 18' Bronn, 90' Batshuayi, 93' Khazri)

Domenica 24 giugno:
Gruppo G:
Ore 14:00, Inghilterra-Panama
Gruppo H:
Ore 17:00, Giappone-Senegal
Ore 20:00, Polonia-Colombia

Lunedì 25 giugno:
Gruppo A:
Ore 16:00, Arabia Saudita-Egitto
Ore 16:00, Uruguay-Russia
Gruppo B:
Ore 20:00, Iran-Portogallo
Ore 20:00, Spagna-Marocco

Martedì 26 giugno:
Gruppo C:
Ore 16:00, Australia-Perù
Ore 16:00, Danimarca-Francia

Gruppo D:
Ore 20:00, Islanda-Croazia
Ore 20:00, Nigeria-Argentina

Mercoledì 27 giugno:
Gruppo E:
Ore 20:00, Serbia-Brasile
Ore 20:00, Svizzera-Costa Rica
Gruppo F:
Ore 16:00, Corea del Sud-Germania
Ore 16:00, Messico-Svezia

Giovedì 28 giugno:
Gruppo G:
Ore 20:00, Inghilterra-Belgio
Ore 20:00, Panama-Tunisia
Gruppo H:
Ore 16:00, Giappone-Polonia
Ore 16:00, Senegal-Colombia

OTTAVI DI FINALE
Sabato 30 giugno:
Ore 16:00, 1a girone C vs 2a girone D
Ore 20:00, 1a girone A vs 2a girone B

Domenica 1 luglio:
Ore 16:00, 1a girone B vs 2a girone A
Ore 20:00, 1a girone D vs 2a girone C

Lunedì 2 luglio:
Ore 16:00, 1a girone E vs 2a girone F
Ore 20:00, 1a girone G vs 2a girone H

Martedì 3 luglio:
Ore 16:00, 1a girone F vs 2a girone E
Ore 20:00, 1a girone H vs 2a girone G

QUARTI DI FINALE
Venerdì 6 luglio:

Ore 16:00, Primo quarto di finale
Ore 20:00, Secondo quarto di finale

Sabato 7 luglio:
Ore 16:00, Terzo quarto di finale
Ore 20:00, Quarto quarto di finale

SEMIFINALI
Martedì 10 luglio:
Ore 20:00, Prima semifinale

Mercoledì 11 luglio:
Ore 20:00, Seconda semifinale

FINALI
Sabato 14 luglio:
Ore 16:00, Finale terzo posto

Domenica 15 luglio:
Ore 17:00, Finale primo posto

Mondiali Russia 2018: Girone A

RUSSIA
Ct: Stanislav Cherchesov
Portieri: Akinfeev (Capitano), Gabulov, Lunyov
Difensori: Ignashevich, Smolnikov, Kudryashov, Granat, Semyonov, Kutepov, Mário Fernandes
Centrocampisti: Zhirkov, Dzagoev, Samedov, Golovin, Yerokhin, Cheryshev, Zobnin, Kuzyayev, An.Miranchuk, Tashayev
Attaccanti: Smolov, Dzyuba, Al.Miranchuk

ARABIA SAUDITA
Ct: Juan Antonio Pizzi
Portieri: Al Owais, Al Mosailem, Al Mayouf
Difensori: Al Harbi, Al Shahrani, AL Breik, M. Hawasawi, O. Hawsawi (Capitano), Om. Hawsawi, Al Bulaihi
Centrocampisti: Al Khaibari, Al Khaibri, Otayf, Al Jassim, AL Mogahwi, Al Faraj, Kanno, Bahebri, Al Dawsari, Al Shehri, Al Muwallad
Attaccanti: Al Sahlawi, Assiri

EGITTO
Ct: Héctor Cúper
Portieri: El-Hadary (Capitano), Ekramy, El-Shenawy
Difensori: Fathi, Samir, Ashraf, Abdel Shafy, Hegazi, Gabr, Elmohamady, Gaber, El-Wensh
Centrocampisti:Hamed, Shikabala, El-Said, Morsy, Elneny, Kahraba, Sobhi, Treziguet, Warda
Attaccanti: Mohsen, Salah

URUGUAY
Ct: Oscar Tabarez
Portieri: Muslera, Silva, Campana.
Difensori: Godin (Capitano), Coates, Gimenez, Pereira, Gaston Silva, Caceres, Varela
Centrocampisti: Nandez, Torreira, Vecino, Bentancur, Sanchez, De Arrascaeta, Laxalt, Rodriguez, Urretaviscaya
Attaccanti: Stuani, M.Gómez, Cavani, Suarez

Mondiali Russia 2018: Girone B

PORTOGALLO
Ct: Fernando Santos
Portieri: Rui Patricio, Beto, A.Lopes
Difensori: Bruno Alves, Pepe, Fonte, Soares, Guerreiro, Pereira, Mário Rui, Dias
Centrocampisti: João Moutinho, William Carvalho, João Mário, Bernardo, Silva, Fernandes, Bruno Fernandes
Attaccanti: Cristiano Ronaldo (Capitano), Quaresma, André Silva, Martins, Guedes

SPAGNA
Ct: Fernando Hierro
Portieri: de Gea, Reina, Kepa
Difensori: Sergio Ramos (Capitano), Piqué, Alba, Azpilicueta, Carvajal, Nacho, Odriozola, Nacho Monreal
Centrocampisti: Iniesta, Koke, Isco, Thiago Alcántara, Asensio, Saúl, David Silva, Busquets
Attaccanti: Diego Costa, Iago Aspas, Vázquez, Moreno

MAROCCO
Ct: Hevré Renard
Portieri: El Kajoui, Bounou, Reda Tagnaouti
Difensori: Benatia (Capitano), Saiss, Da Costa, Benoun, Dirar, Hakimi, Mendy
Centrocampisti: Boussoufa, El Ahmadi, Ait Bennasser, Amrabat, Belhanda, Fajr, Harit
Attaccanti: Boutaib, Bouhaddouz, El Kaabi, Amrabat, Carcela, Ziyech

IRAN
Ct: Carlos Queiroz
Portieri: Beiranvand, Mazaheri, Abedzadeh
Difensori: Rezaeian, Khanzadeh, Mohammadi, Montazeri, Pouraliganji, M.Hosseini, Cheshmi
Centrocampisti: Shojaei (Capitano), Ezatolahi, Ghoddos, Dejagah, Ebrahimi, Torabi, Hajsafi, Gholizadeh, Amiri
Attaccanti: Ansarifard, Azmoun, Ghoochannejhad, Jahanbakhsh, Taremi

Mondiali Russia 2018: Girone C

FRANCIA
Ct: Didier Deschamps
Portieri: Lloris (Capitano), Mandanda, Areola
Difensori: D.Sidibé, Pavard, Umtiti, Varane, Kimpembe, Rami, Mendy, Lucas Hernández
Centrocampisti: Pogba, Tolisso, Matuidi, Kanté, N’Zonzi
Attaccanti: AGriezmann, Giroud, Mbappé, Dembélé, Thauvin, Fekir, Lemar

AUSTRALIA
Ct: Bert van Marwijk
Portieri: Ryan, Jones, Vukovic.
Difensori: Behich, Degenek, Jurman, Meredith, Risdon, Sainsbury
Centrocampisti: Jedinak (Capitano), Milligan, Troisi, Rogic, Luongo, Mooy, Irvine, Brillante, Petratos
Attaccanti: Arzani, Juric, Leckie, Nabbout, Petratos, Maclaren

PERÙ
Ct: Ricardo Gareca
Portieri: Gallese, Caceda, Carvallo
Difensori: Corzo, Advincula, Ramos, Araujo, Rodríguez (Capitano), Santamaria, Trauco, Loyola
Centrocampisti: Tapia, Aquino, Yotun, Hurtado, Cueva, Flores, Polo, Cartagena
Attaccanti: Carrillo, Ruidiaz, Farfan, Guerrero

DANIMARCA
Ct: Age Hareide
Portieri: Schmeichel, Lossl, Ronow
Difensori: Christensen, Kjaer (Capitano), Jorgensen, Vestergaard, Dalsgaard, Stryger-Larsen, Knudsen
Centrocampisti: Eriksen, Schone, Lerager, Krohn-Dehli, Kvist, Delaney
Attaccanti: Cornelius, Dolberg, Braithwaite, Jorgensen, Sisto, Fischer, Poulsen

Mondiali Russia 2018: Girone D

ARGENTINA
Ct: Jorge Sampaoli
Portieri: Caballero, Armani, Guzmán
Difensori: Mercado, Ansaldi, Otamendi, Fazio, Rojo, Tagliafico, Acuña
Centrocampisti: Mascherano, Salvio, Biglia, Lo Celso, Banega, Lanzini, Meza, Di María, Pavón
Attaccanti: Messi (Capitano), Dybala, Agüero, Higuaín

ISLANDA
Ct: Heimir Hallgrímsson
Portieri: Halldorsson, Runarsson, Schram
Difensori: Saevarsson, R.Sigurdsson, Árnason, Skulason, Ingason, Magnusson, Eyjolfsson, Fridjonsson
Centrocampisti: Gunnarsson (Capitano), Bjarnason, J.Gudmundsson, Hallfredsson, G.Sigurdsson, Gislason, Skúlason, Traustason
Attaccanti: Finnbogason, Bödvarsson, Sigurdarson, Gudmundsson

CROAZIA
Ct: Zlatko Dalić
Portieri: Kalinic, Subasic, Livakovic
Difensori: Vrsaljko, Corluka, Vida, Strinic, Jedvaj, Lovren, Caleta-Car, Pivaric
Centrocampisti: Brozovic, Rakitic, Modrić (Capitano), Badelj, Kovacic, Bradaric
Attaccanti: Rebic, Pjaca, Kramaric, Mandzukic, Kalinic, Perisic

NIGERIA
Ct: Gernot Rohr
Portieri: Uzoho, Ezenwa, Akpeyi
Difensori: Troost-Ekong, Shehu, Ebuehi, Echiejile, Idowu, Awaziem , Balogun, Omeruo
Centrocampisti: Obi Mikel (Capitano), Onazi, Ndidi, Etebo, Ogu, Obi
Attaccanti: Musa, Iheanacho, Moses, Ighalo, Iwobi, Simy

Mondiali Russia 2018: Girone E

BRASILE
Ct: Tite
Portieri: Alisson, Ederson, Cássio
Difensori: Danilo, Fagner, Marcelo, Filipe Luís, Thiago Silva, Marquinhos, João Miranda, Pedro Geromel
Centrocampisti: Casemiro, Fernandinho, Paulinho, Fred, Renato Augusto, Coutinho, Willian
Attaccanti: Douglas Costa, Neymar (Capitano), Taison, Gabriel Jesus, Firmino

SVIZZERA
Ct: Vladmir Pectković
Portieri: Portieri: Sommer, Bürki, Mvogo
Difensori: Lichtsteiner (Capitano), Djourou, R.Rodríguez, Schär, Lang, Moubandje, Akanji, Elvedi
Centrocampisti: Behrami, Shaqiri, Gelson Fernandes, Dzemaili, Xhaka, Zuber, Freuler, Zakaria
Attaccanti: Seferovic, Drmic, Embolo, Gavranovic

COSTA RICA
Commissario Tecnico: Óscar Ramírez
Portieri: Navas, Pemberton, Moreira
Difensori: González, Acosta, Gamboa, Oviedo, Duarte, Calvo, Waston , Matarrita, I.Smith
Centrocampisti: Celso Borges, Bolaños, Azofeifa, Tejeda, D.Guzmán, Wallace, Colindres
Attaccanti: Bryan Ruiz (Capitano), Campbell, Ureña, Venegas

SERBIA
Commissario Tecnico: Mladen Krstajić
Portieri: V.Stojkovic, P.Rajkovic, M.Dmitrovic
Difensori: Ivanovic, Kolarov (Capitano), Rukavina, Tosic, Spajic, Veljkovic, Milenkovic, Rodic
Centrocampisti: Tadic, Matic, Ljajic, Milivojevic, Kostic, Zivkovic, Grujic, Milinkovic-Savic, Radonji
Attaccanti: Mitrovic, Prijovic, Jovic

Mondiali Russia 2018: Girone F

GERMANIA
Ct: Joachim Löw
Portieri: Neuer (Capitano), Trapp, ter Stegen
Difensori: Plattenhardt, Hector, Ginter, Hummels, Süle, Rüdiger, Boateng, Kimmich
Centrocampisti: Khedira, Draxler, Reus, Rudy, Kroos, Brandt, Özil, Gündogan
Attaccanti: Werner, Goretzka, Gomez, Müller

MESSICO
Ct: Juan Carlos Osorio
Portieri: Ochoa, Talavera, Corona
Difensori: Salcedo, Reyes, Moreno, Ayala, Alvarez, Gallardo, Layun
Centrocampisti: Marquez, Herrera, Dos Santos, Dos Santos, Guardado (Capitano), Fabian
Attaccanti: Hernandez, Jimenez, Peralta, Corona, Vela, Aquino, Lozano

SVEZIA
Ct: Janne Andersson
Portieri: Olsen, K.Johnsson, Nordfeldt
Difensori: Lustig, Nilsson-Lindelöf, Granqvist (Capitano), Augustinsson, Krafth , Helander, Jansson, Martin Olsson
Centrocampisti: Forsberg, Claesson, Ekdal, Larsson, Durmaz, Rohdén , Hiljemark, G.Svensson
Attaccanti: Toivonen, Berg, Guidetti, Kiese Thelin

COREA DEL SUD
Ct: Shin Tae-yong
Portieri: Seung-gyu, Jin-hyeon, Hyun-woo
Difensori: Young-gwon, Hyun-soo, Joo-ho, Lee Yong, Yo-han, Min-woo, Chul, Young-sun, Seung-hyun, Ban-suk
Centrocampisti: Ki Sung-yueng (Capitano), Ja-cheol, Jae-sung, Woo-young, Se-jong, Lee Seung-woo, Seon-Min
Attaccanti: Son Heung-Min, Kim Shin-Wook, Hwang Hee-Chan

Mondiali Russia 2018: Girone G

BELGIO
Commissario Tecnico: Roberto Martinez
Portieri: Courtois, Mignolet, Casteels
Difensori: Alderweireld, Vertonghen, Vermaelen, Boyata, Meunier, Kompany
Centrocampisti: Carrasco, Chadli, Dendoncker, De Bruyne, Dembele, Fellaini, Hazard, Januzaj, Witsel, Tielemans
Attaccanti: Batshuayi, Hazard (Capitano), Mertens, Lukaku

PANAMA
Ct: Hernán Darío Gómez
Portieri: Calderón, Penedo, Álex Rodríguez
Difensori: Baloy (Capitano), Cummings, Davis, Escobar, Machado, Murillo, Ovalle, R.Torres
Centrocampisti: Bárcenas, Cooper, Godoy, G.Gómez, Pimentel, A.Quintero, JL Rodríguez
Attaccanti: Arroyo, I.Díaz, B.Pérez, Tejada, G. Torres

TUNISIA
Commissario Tecnico: Nabil Maâloul
Portieri: Mathlouthi (Capitano), Ben Mustapha, Hassen
Difensori: Nagguez, Bronn, Bedoui, Benalouane, S.Ben Youssef, Meriah, O.Haddadi, Maaloul
Centrocampisti: Skhiri, Ben Amor, Chaalali, Sassi, Khalil, Khaoui , Sliti, Srarfi
Attaccanti: F. Ben Youssef, Badri, Khazri, Khalifa

INGHILTERRA
Commissario Tecnico: Gareth Southgate
Portieri: Butland, Pickford, Pope
Difensori: G. Cahill, Walker, Trippier, Stones, Maguire, P. Jones , D.Rose, A. Young, Alexander-Arnold
Centrocampisti: Henderson, Dier, Delph, Loftus-Cheek, Alli, Lingard, Sterling
Attaccanti: Kane (Capitano), Vardy, Welbeck, Rashford

Mondiali Russia 2018: Girone H

POLONIA
Ct: Adam Nawalka
Portieri: Bialkowski, Fabianski, Szczesny
Difensori: Bednarek, Bereszynski, Cionek, Glik, Jedrzejczyk, Pazdan, Piszczek
Centrocampisti: Blaszczykowski, Goralski, Grosicki, Krychowiak, Kurzawa, Linetty, Peszko, Rybus, Zielinski
Attaccanti: Kownacki, Lewandowski (Capitano), Milik, Teodorczyk

SENEGAL
Ct: Aliou Cissé
Portieri: A.Diallo, A.Gomis, Ndiaye
Difensori: Gassama, Ciss, Koulibaly, Mbodii, Sabaly, Sane, Wague
Centrocampisti: Gueye, Kouyaté (Capitano), A.Ndiaye, B.Ndiaye, Ndoye, I.Sarr
Attaccanti: Keita Balde, Biram Diouf, M.Konate, S.Mané, M.Niang, D.Sakho, Moussa Sow

COLOMBIA
Ct: José Pékerman
Portieri: Ospina, C.Vargas, JF.Cuadrado
Difensori: C.Zapata, D.Sánchez, Arias, Murillo, Fabra, Mojica, Mina
Centrocampisti: W.Barrios, C.Sánchez, Lerma, Izquierdo, James Rodríguez, Aguilar, Uribe, J.Quintero, J.Cuadrado
Attaccanti: Falcao (Capitano), Miguel Borja, Bacca, Muriel

GIAPPONE
Commissario Tecnico: Akira Nishino
Portieri: Kawashima, Higashiguchi, K.Nakamura
Difensori: Nagatomo, Makino, Yoshida, H.Sakai, G.Sakai, Shoji, Endo , Ueda
Centrocampisti: Hasebe (Capitano), Honda, Inui, Kagawa, Yamaguchi, Haraguchi, Usami, Shibasaki, Oshima
Attaccanti: Okazaki, Osako, Muto

PROSEGUI LA LETTURA

Mondiali Russia 2018: risultati e classifiche dei gironi é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 19:05 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Italiano scomparso a Lubiana, è di Davide Maran il corpo ritrovato nel fiume Sat, 23 Jun 2018 16:56:02 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/591419/davide-maran-scomparso-slovenia-lubiana http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/591419/davide-maran-scomparso-slovenia-lubiana Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

davide maran

È di Davide Maran il corpo ritrovato martedì scorso nel fiume Ljubljanica a Lubiana, in Slovenia. Le autorità locali hanno diffuso oggi la notizia aggiungendo che dall'autopsia sul cadavere dello studente di 26 anni originario di Cento (Ferrara) non ci sono segni di violenza. Davide Maran era a Lubiana per motivi di studio.

L'ultima traccia del giovane domenica 25 marzo all'alba mentre a piedi percorreva via Kersnikova a Lubiana. La polizia slovena aveva poi lanciato un appello per rintracciare due persone che in quello stesso arco di tempo avevano portato a spasso un cane nella zona in cui il giovane italiano è stato inquadrato dalle telecamere di sicurezza per l'ultima volta.

Studente italiano scomparso in Slovenia: è giallo

3 aprile 2018

Sono ore d’angoscia per i familiari di Davide Maran, il 26enne di Cento, in provincia di Ferrara, scomparso a Lubiana in Slovenia da ormai 10 giorni. L’ultima volta Davide sarebbe stato visto la mattina del 25 marzo, alle prime luci del giorno, poi di lui si è persa ogni taccia.

Secondo quanto riferito Davide al momento della scomparsa indossava una giacca verde bottiglia, jeans chiari, scarpe marroni e in testa aveva un berretto nero con una striscia rossa. Il ragazzo italiano scomparso in Slovenia si trovava a Lubiana per motivi di studio, per frequentare un master universitario in fitochimica.

Dalla Farnesina, dal nostro Ministero degli esteri, informano che l’ambasciata d'Italia a Lubiana sta monitorando le ricerche in stretto contatto con Roma, con le autorità locali e i familiari di Davide Maran che hanno chiesto il massimo riserbo sulla vicenda per non intralciare il lavoro degli investigatori.

Le indagini sul giovane studente italiano scomparso in Slovenia sono partite dopo la denuncia fatta dai genitori ai carabinieri di Cento, quindi l’interessamento dell’ambasciata italiana a Lubiana. Nella capitale slovena sono giunti anche i genitori di Andrea Maran, per seguire da vicino gli sviluppi.

La sorella del ragazzo ha scritto un post sul suo profilo Facebook ringraziando tutti per le "dimostrazioni di affetto e supporto" e invitando a condividere a chi è a Lubiana o ha amici nei dintorni un articolo e un volantino dove ci sono tutti i contatti per le segnalazioni sulla scomparsa.


PROSEGUI LA LETTURA

Italiano scomparso a Lubiana, è di Davide Maran il corpo ritrovato nel fiume é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 18:56 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Messico-Corea 2-1: highlights e video gol | Mondiali Russia 2018 Sat, 23 Jun 2018 16:53:56 +0000 http://www.calcioblog.it/post/734084/messico-corea-2-1-highlights-e-video-gol-mondiali-russia-2018 http://www.calcioblog.it/post/734084/messico-corea-2-1-highlights-e-video-gol-mondiali-russia-2018 Redazione CalcioBlog Redazione CalcioBlog

Messico-Corea del Sud 2-1 nella seconda giornata della fase a gironi dei Mondiali di Russia 2018. Seconda vittoria per i messicani che volano agli ottavi e seconda sconfitta, ma primo gol segnato, per i coreani.

Nel primo tempo la Corea del Sud ha avuto una buona occasione con Seon-Min Moon al 23', quando di testa ha indirizzato la palla sotto la traversa, ma il portiere messicano Ochoa è riuscito a parare mandando in calcio d'angolo, poi, un minuto dopo, è arrivato il rigore: Hyun-Soo Jang ha toccato la palla con il braccio in area e l'abito non ha potuto fare a meno di assegnare il penalty che Carlos Vela ha trasformato calciando la palla centralmente dal dischetto. In seguito il Messico ha avuto delle occasioni per raddoppiare prima della fine del primo tempo, in particolare con un tiro dal limite da Layun, respinto da Hyun-Woo Cho, e con Lozano che è entrato in area palla al piede, ma ha poi calciato malissimo verso la porta.

Nel secondo tempo ancora Messico in avanti e primo tiro in porta della ripresa con Guardado, che però non ha centrato la rete, ma ha guadagnato un corner. Al 66' ecco il gol di Javier Hernandez detto il Chicharito che ha ricevuto palla da Lozano e ha insaccato portando il Messico sul 2-0. La Corea ha continuato a collezionare cartellini gialli mentre è cominciata la "girandola" dei cambi dall'una e dall'altra parte. Nel terzo minuto di recupero è arrivato il gol della Corea che ha segnato con Heung-Min Son che, con un sinistro a giro da fuori, ha mandato la palla all'angolo a cui Ochoa non poteva arrivare.

Corea-Messico: video e tabellino

CLICCA QUI per gli highlights di Corea del Sud-Messico del 23 giugno 2018 ai Mondiali di Russia. Qui di seguito trovi i tabellino.

Corea del Sud – Messico 1-2

Marcatori: pt 26′ rig. Vela (M), st 21′ Hernandez (M), 47′ H. M. Son (C)

COREA DEL SUD (4-4-2): H. W. Jo, Y. Lee, H. S. Jang, Y. G. Kim, M. W. Kim (st 39′ C. Hong); S. M. Moon (st 32′ W. Y. Jung), S. J. Jiu (st 19′ S. W. Lee), S. Y. Ki, H. C. Hwang; J. S. Lee, H. M. Son. CT: Shin Tae-yong.

MESSICO (4-3-3): Ochoa; Alvarez, Salcedo, Moreno, Gallardo; Herrera, Guardado (st 23′ Marquez); Layun, Vela (st 32′ Dos Santos), Lozano (st 26′ Corona); Hernandez CT: Juan Carlos Osorio

Arbitro: Milorad Mažić (Serbia)
Ammoniti: Y. G. Kim (C), Y. Lee (C), S. W. Lee (C), W. Y. Jung (C)

PROSEGUI LA LETTURA

Messico-Corea 2-1: highlights e video gol | Mondiali Russia 2018 é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 18:53 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Macron: "in Italia non c'è una crisi migratoria". Salvini: "arrogante, apra i porti francesi" Sat, 23 Jun 2018 16:26:48 +0000 http://www.polisblog.it/post/396305/migranti-macron-crisi-migratoria-italia http://www.polisblog.it/post/396305/migranti-macron-crisi-migratoria-italia redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Emmanuel Macron e Pedro Sanchez

18.24 - Anche l'altro vicepremier e ministro dello Sviluppo-Lavoro Luigi Di Maio replica al presidente francese, via Facebook: "Le dichiarazioni di Macron sul fatto che in Italia non esista una crisi migratoria dimostrano come sia completamente fuori dalla realtà. Evidentemente i governi italiani precedenti gli avevano raccontato che il problema non esisteva, forse per far continuare indisturbato il business dell'immigrazione. È ufficialmente finita l'epoca in cui l' Italia si fa carico di tutto. Gli hotspot nei Paesi di primo sbarco vorrebbe dire 'Italia pensaci tu'. Non esiste. Non arretreremo di un millimetro".

18.05 - Il ministro dell'Interno Matteo Salvini risponde al Presidente francese Emmanuel Macron secondo cui l'Italia non vive una crisi migratoria. Per Salvini "l'arrogante" Macron dovrebbe piuttosto aprire i porti francesi e smetterla di respingere i migranti a Ventimiglia: "Abbiamo registrato 650mila sbarchi in quattro anni, 430mila domande presentate in Italia, 170mila presunti profughi a oggi ospitati in alberghi, caserme e appartamenti per una spesa superiore a 5 miliardi di euro. Se per l'arrogante presidente Macron questo non è un problema, lo invitiamo a smetterla con gli insulti e a dimostrare la generosità con i fatti aprendo i tanti porti francesi e smettendo di respingere donne, bambini e uomini a Ventimiglia".

Migranti, Macron: "L'Italia non ha una crisi migratoria. Chi lo dice, dice una bugia"

Si preannunciano nuove tensioni tra Francia e Italia. Se la settimana scorsa la telefonata tra il Presidente francese Emmanuel Macron e il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte era servita per calmare le acque e permettere il faccia a faccia tra i due leader, oggi Macron ha incontrato a Parigi il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez e si è complimentato con lui per quanto fatto con la nave Aquarius, accolta in Spagna insieme ai migranti rimasti per giorni nel Mar Mediterraneo dopo il braccio di ferro Italia-Malta.

Macron ha elogiato Sanchez per essersi fatto avanti - "Rendo omaggio alla decisione del presidente del governo spagnolo di accogliere la nave e di aver accettato questa soluzione di solidarietà europea, adottata in extremis" - e con l'occasione ha lanciato anche un affondo all'Italia, prima avanzando l'ipotesi di un soccorso e un'accoglienza dei migranti nel porto più vicino a cui si trova una nave in difficoltà:

Chiediamo di non gestire caso per caso, proporremo domani uno schema chiaro: che lo sbarco di migranti rispetti le regole e i principi umanitari di soccorso e che avvenga nel porto sicuro più vicino.

Poi, però, Macron è stato ben più diretto:

Bisogna essere chiari e guardare le cifre. L'Italia non sta vivendo una crisi migratoria come c'era fino all'anno scorso. Chi lo dice, dice una bugia.

Chi lo dice è ovviamente il ministro dell'Interno Matteo Salvini, che Macron non nomina direttamente. Macron sostiene che gli sbarchi, rispetto allo scorso anno, sono calati dell'80% e spiega che la crisi in Europa non è legata ai flussi migratori, ma agli estremisti che sono stati eletti in questi ultimi mesi:

In Europa siamo in presenza di una crisi politica scaturita da estremisti che giocano sulle paure. Ma non bisogna cedere nulla allo spirito di manipolazione o ipersemplificazione della nostra epoca.

Il governo di Giuseppe Conte è stato chiamato in causa in modo piuttosto diretto. Le repliche arriveranno a breve ed è facile intuire che la risposta del Ministro dell'Interno Matteo Salvini non sarà delle più pacate o ponderate.

Avec Pedro Sánchez.

LIVE | Conférence de presse avec Pedro Sánchez Pérez-Castejón, Président du gouvernement d'Espagne.

Posted by Emmanuel Macron on Saturday, June 23, 2018

Foto | Facebook

PROSEGUI LA LETTURA

Macron: "in Italia non c'è una crisi migratoria". Salvini: "arrogante, apra i porti francesi" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 18:26 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Video Corea Del Sud-Messico 1-2: i gol di Vela, Hernandez e Son Sat, 23 Jun 2018 16:21:32 +0000 http://www.calcioblog.it/post/734025/video-corea-del-sud-messico-i-gol-23-giugno-2018 http://www.calcioblog.it/post/734025/video-corea-del-sud-messico-i-gol-23-giugno-2018 Daniele Particelli Daniele Particelli

Ore 18:57 - La partita è finita sul 2-1 per il Messico. Cliccando sul box qui sotto potete vedere tutti gli highlights del match.

Ore 18:51 - Al terzo minuto di recupero è arrivato il gol della bandiera per la Corea del Sud, firmato da Heung-Min Son.

Ore 18:25 - Il Messico ha raddoppiato al 66' con Hernandez. Eccolo nel video qui sotto:

Ore 17:49 - Le squadre sono andate negli spogliatoi sul risultato di 1-0 per il Messico.

Ore 17:28 - Rigore perfetto per il messicano Carlos Vela, che sblocca la partita Corea Del Sud-Messico a 26 minuti dal calcio di inizio. Era stato il coreano Hyun-Soo Jang, pochi istanti prima, a toccare la palla col braccio e ricevere il fischio immediato dall'arbitro.
Il Messico è così in vantaggio sulla Corea Del Sud con un gol, eccolo nel video:

PROSEGUI LA LETTURA

Video Corea Del Sud-Messico 1-2: i gol di Vela, Hernandez e Son é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 18:21 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Vertice UE, Salvini: "Conte ha le mani libere. Il sì dell'Italia non è scontato" Sat, 23 Jun 2018 14:51:06 +0000 http://www.polisblog.it/post/396303/vertice-ue-salvini-conte-ha-le-mani-libere http://www.polisblog.it/post/396303/vertice-ue-salvini-conte-ha-le-mani-libere redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Governo Conte fiducia alla Camera

Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, intervistato oggi dal settimanale tedesco Der Spiegel, ha ribadito la massima libertà del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel prendere le decisioni per l'Italia in occasione del vertice UE che si terrà la prossima settimana.

Io e Luigi Di Maio siamo assolutamente d'accordo con lui. Conte ha il mandato di dire sì o no, di partecipare oppure alzarsi e sparire. Noi, il ministero dell'Interno e degli Esteri più il premier abbiamo elaborato un dossier per l'incontro preparatorio di domenica. Ma lui non vola con un incarico a Bruxelles. Lui ha le mani libere, anche di dire no.

Salvini ha precisato che l'Italia non ha preso alcuna decisione e che il risultato delle trattative in Europa è tutt'altro che scontato o deciso. Molto dipenderà da quanto accadrà nel confronto diretto al tavolo con gli altri Paesi:

La differenza col passato è che l'approvazione dell'Italia non è garantita a priori. Noi siano pronti a trattare, punto per punto.

L'Italia, insomma, si prepara a dare del filo da torcere e se nei giorni scorsi i rapporti con gli altri leader europei sembravano meno tesi del solito, in queste ore il caso della nave della Ong Lifeline, di fatto ferma nel Mar Mediterraneo dopo il no dell'Italia e quello di Malta, rischia di riaprire le tensioni che i vari faccia a faccia avevano cercato di appianare.

PROSEGUI LA LETTURA

Vertice UE, Salvini: "Conte ha le mani libere. Il sì dell'Italia non è scontato" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:51 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Belgio-Tunisia 5-2: highlights e gol al 6', 16', 18', 45', 51', 90' e 90+3' (Hazard, Lukaku, Bronn, Batshuayi e Khazri) Sat, 23 Jun 2018 14:33:59 +0000 http://www.calcioblog.it/post/734001/belgio-tunisia-5-2-highlights-e-gol http://www.calcioblog.it/post/734001/belgio-tunisia-5-2-highlights-e-gol Redazione CalcioBlog Redazione CalcioBlog

Belgio-Tunisia 5-2. Una partita molto intensa e ricca di colpi di scena che ha visto la nazionale belga portarsi in vantaggio sin dai primi minuti, con Hazard e Lukaku che tirano in porta rispettivamente al 6' e al 16'. Pochi istanti dopo è il tunisino Bronn a segnare. La Tunisia è riuscita a metterla dentro soltanto una seconda volta, grazie ai tre minuti di recupero accumulati.

Nel primo tempo il Belgio si è subito dimostrato agguerrito. I Diavoli Rossi hanno messo a segno due gol dei primi 16 minuti. La prima rete è merito del capitano Eden Hazard, che sfrutta al meglio il rigore assegnato al Belgio e manda il pallone in porta con estrema sicurezza. Dieci minuti dopo il secondo gol, segnato stavolta da Romelu Lukaku dopo uno scambio di palla col suo compagno di squadra fuori area. La Tunisia segna il suo primo gol al 18', con Dylan Bronn che manda la palla in rete con un colpo di testa, costretto ad uscire tre minuti dopo a causa di un infortunio in campo. Al 40' il secondo infortunio per la Tunisia: Syam Ben Yousseff è costretto ad uscire e lasciare il posto a Yohan Benalouane.
Il Belgio stacca ancora la Tunisia pochi istanti prima del fischio di fine primo tempo: è la doppietta di Romelu Lukaku, che approfitta della distrazione del portiere tunisino Farouk Ben Mustapha e la manda in porta.

Anche il secondo tempo si è rivelato tanto intenso quando la prima parte della partita. Il capitato della nazionale belga Eden Hazard fa una doppietta e segna il quinto gol di questo match - il quarto per il Belgio - con una incredibile azione in solitaria. Dopo il lieve infortunio del belga Jan Vertonghen - che rientra in gioco in tempo record - è Michy Batshuayi è segnare la quinta rete per il Belgio al 90'.
I tre minuti di recupero servono alla Tunisia per segnare il secondo gol per merito di Wahbi Khazri, grazie all'ottimo passaggio di Hamdi Nagguez. Giusto il tempo di festeggiare la nuova rete e il fischio segnala la conclusione del match, che si conclude quindi 5-2 per il Belgio.

MOSCOW, RUSSIA - JUNE 23:  Michy Batshuayi of Belgium celebrates after scoring his team's fifth goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group G match between Belgium and Tunisia at Spartak Stadium on June 23, 2018 in Moscow, Russia.  (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Belgio-Tunisia 5-2: highlights e tabellino

CLICCA QUI per vedere tutte le azioni più importanti e i gol di Belgio-Tunisia 5-2 del 23 giugno 2018 ai Mondiali di Russia. Qui di seguito il tabellino.

Belgio-Tunisia 5-2

Marcatori: 6′ pt, 6′ st, Hazard (B), 16′ pt, 48′ pt Lukaku (B); 18′ pt, Bronn (T); 45′ st, Batshuayi (B); 49′ st, Khazri (T)

BELGIO (3-4-2-1): Courtois 6; Alderweireld 6, Boyata 6, Vertonghen 6.5; Meunier 6.5, Witsel 6.5, De Bruyne 5.5, Carrasco 6.5; Mertens 6 (41′ st, Tielemans ng), Hazard 7 (23′ st, Batshuayi 6.5); R. Lukaku 7.5 (14′ st, Fellaini 6). CT: Roberto Martinez

TUNISIA (4-2-3-1): Ben Mustapha 4.5; Bronn 6 (24′ pt, Naguez 6.5), Meriah 6, Ben Youssef S. 5.5 (41′ st, Beanalouane 5), Maaloul 5.5; Sassi 6 (15′ st, Slithi 6), Skhiri 5.5; Badri 6.5, Ben Youssef F. 5, Kahoui 6; Khazri 6.5. CT: Nabil Maaloul

Arbitro: Jair Marrufo
Ammonizioni: Sassi (T)

PROSEGUI LA LETTURA

Belgio-Tunisia 5-2: highlights e gol al 6', 16', 18', 45', 51', 90' e 90+3' (Hazard, Lukaku, Bronn, Batshuayi e Khazri) é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 16:33 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Video Belgio-Tunisia 5-2: i gol di Bronn, Batshuayi, Khazri e le doppiette di Hazard e Lukaku | Mondiali Russia 2018 Sat, 23 Jun 2018 13:55:04 +0000 http://www.calcioblog.it/post/733974/video-belgio-tunisia-gol-highlights-mondiali-russia-2018 http://www.calcioblog.it/post/733974/video-belgio-tunisia-gol-highlights-mondiali-russia-2018 Redazione CalcioBlog Redazione CalcioBlog

Trionfo del Belgio con un quinto gol segnato al 90esimo minuto da Michy Batshuayi, imbeccato da Youri Tielemans all'interno dell'area. Il giovane attaccante del Chelsea porta il Belgio in netto vantaggio, ma pochi istanti dopo, durante i minuti di recupero, la Tunisia recupera il distacco con una rete di Wahbi Khazri, segnata a pochi secondi dal fischio che conferma la fine di questo intenso match.

Belgio-Tunisia si chiude così 5-2 e ad oggi è una delle partite di questi Mondiali di Russia 2018 col più alto numero di gol segnati in 90 minuti di incontro.

Video Belgio-Tunisia 4-1: il secondo gol di Hazard

A pochi minuti dall'inizio del secondo tempo arriva anche la doppietta del capitano Eden Hazard, che segna e porta così il Belgio a 4-1 contro la Tunisia al 52esimo minuto di partita.

Ora per la Tunisia diventa sempre più difficile recuperare terreno, ma è vero che mancano ancora circa 40 minuti e tutto può essere ancora deciso.

Video Belgio-Tunisia 3-1: il secondo gol di Lukaku

Ancora un gol per il Belgio, ancora un gol per Romelu Lukaku, che aveva già portato la nazionale belga in vantaggio ad inizio partita.

Il primo tempo si chiude così, con la rete segnata da Lukaku e il Belgio in vantaggio 3-1 sulla Tunisia.

Belgio - Tunisia, gol di Lukaku

Video Belgio-Tunisia 2-1: i gol di Lukaku e Bronn

Seconda rete per il Belgio, segnata da Romelu Lukaku a 16 minuti dall'inizio della partita. Il giovane attaccante del Manchester United ha scambiato la palla col suo compagno appena fuori area ed è riuscito a concludere.

Pochi istanti dopo, però, la Tunisia riesce a segnare un gol grazie al calcio di Dylan Bronn, che fa recuperare così un po' di vantaggio alla sua nazionale al 18esimo minuto di match.

Video Belgio-Tunisia 1-0: il gol di Hazard

Mondiali Russia 2018 - Dopo 7 minuti il Belgio è riuscito a sbloccare il risultato allo stadio Spartak di Mosca contro la Tunisia. A portare in vantaggio la squadra di Roberto Martínez è stato il capitano Eden Hazard, centrocampista e attaccante del Chelsea.

La rete è stata segnata grazie a un calcio di rigore. Il pallone si è infilato nell'angolino basso di sinistra della porta mentre il portiere si trovava nell'area centrale.

Belgio-Tunisia, gol di Hazard

PROSEGUI LA LETTURA

Video Belgio-Tunisia 5-2: i gol di Bronn, Batshuayi, Khazri e le doppiette di Hazard e Lukaku | Mondiali Russia 2018 é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 15:55 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Pedopornografia: 5 anni di carcere per monsignor Carlo Alberto Capella Sat, 23 Jun 2018 13:00:19 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/596547/pedopornografia-rinviato-giudizio-monsignor-carlo-alberto-capella http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/596547/pedopornografia-rinviato-giudizio-monsignor-carlo-alberto-capella Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

capella pedopornografia

23 giugno 2018 - È arrivata oggi, dopo un processo di una manciata di ore, la condanna per monsignor Carlo Alberto Capella, a processo in Vaticano per detenzione, cessione e trasmissione di materiale pedopornografico. Il Tribunale Vaticano ha deciso oggi di condannare l'uomo a 5 anni di carcere e al pagamento di una multa di 5mila euro, meno di quanto chiesto per l'ex diplomatico dal Promotore di Giustizia, che suggeriva una multa da 10mila euro e una condanna a 5 anni e 9 mesi di carcere.

Capella è stato riconosciuto colpevole dei reati che gli venivano contestati e l'uomo è stato condannato anche al pagamento delle spese processuali.

Pedopornografia: rinviato a giudizio monsignor Carlo Alberto Capella

Monsignor Carlo Alberto Capella, ex funzionario della nunziatura di Washington è stato rinviato a giudizio per pedopornografia. L’ex funzionario della nunziatura di Washington è stato arrestato lo scorso 7 aprile dopo la scoperta di una grande quantità di materiale pedopornografico in suo possesso. Il funzionario ecclesiastico sarà in aula per la prima udienza il prossimo venerdì 22 giugno alle ore 15. Lo comunica la Sala stampa vaticana, che sottolinea come lo scorso 30 maggio, il promotore di giustizia ha ritenuto sufficienti le prove acquisite, chiedendo così che il giudice istruttore disponesse il rinvio a giudizio.

II giudice istruttore - prosegue la nota - , ha dichiarato chiusa l’istruzione formale e rinviato il monsignor Capella, ritenuta la giurisdizione dell'Autorità giudiziaria vaticana, perché nonostante il reato sia avvenuto all’estero, è stato commesso da un pubblico ufficiale.

All’alto prelato viene contestato il reato di pedopornografia - detenzione e scambio di materiale con l’aggravante dell’ingente quantità - nelle fattispecie previste dagli articoli 10 e 11 della legge n. VIII del 2013. Inoltre, sul suo capo pendeva anche un mandato di arresto da parte delle autorità canadesi.

PROSEGUI LA LETTURA

Pedopornografia: 5 anni di carcere per monsignor Carlo Alberto Capella é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:00 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Trump cambia idea: "La Corea Del Nord rappresenta una straordinaria minaccia" Sat, 23 Jun 2018 11:57:30 +0000 http://www.polisblog.it/post/396299/trump-corea-del-nord-minaccia-sanzioni http://www.polisblog.it/post/396299/trump-corea-del-nord-minaccia-sanzioni redazione Blogo.it redazione Blogo.it

La Corea Del Nord rappresenta ancora una straordinaria minaccia per gli Stati Uniti. A dirlo è il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha cambiato nuovamente idea una manciata di giorni dopo aver detto che Pyongyang non rappresentava più un rischio.

Oggi però, dopo la cancellazione di due esercitazioni militari tra USA e Corea Del Sud con l'obiettivo di non mettere a repentaglio le trattative diplomatiche, Trump è tornato sui propri passi e, sostenendo che l'arsenale nucleare della Corea Del Nord costituisca ancora una minaccia per gli Stati Uniti, ha deciso di rinnovare le sanzioni nei confronti di Pyongyang.

Dieci giorni fa, parola di Trump a poche ore dal vertice con Kim Jong-Un a Singapore, il Presidente USA aveva invitato i cittadini statunitensi a dormire sonni tranquilli - "Il presidente Obama diceva che la Corea Del Nord era il nostro più grande e pericoloso problema. Non è più così". Cosa è cambiato?

Ieri Trump si è trovato davanti alla necessità di rinnovare il piano di emergenza nazionale nei confronti della Corea Del Nord, in vigore negli USA dal 2008, con tanto di sanzioni collegate. Quel piano è stato rinnovato di volta in volta alla sua naturale scadenza era quasi naturale, visto il percorso avviato verso la pace definitiva nella penisola coreana - che Trump prendesse una posizione diversa. E, invece, ieri ha deciso di rinnovare quell'emergenza.

Per farlo, però, ha dovuto fornire delle motivazioni e, in barba alle parole pronunciate nei giorni scorsi, ha portato avanti la vecchia linea. Le sanzioni sono state rinnovate "a causa delle azioni e delle politiche del governo della Corea Del Nord, che continuano a rappresentare una insolita e straordinaria minaccia alla sicurezza nazionale, alle politiche estere e all'economia degli Stati Uniti".

Una contraddizione davvero netta a pochi giorni dallo storico summit di Singapore che, a quanto pare, non è servito a molto se non a scattare qualche foto e segnare un primato per Donald Trump - il primo leader USA ancora in carica ad incontrare un dittatore della Corea Del Nord - ma appare evidente che il processo di pace nella penisola coreana rischia di subire qualche intoppo dopo questa mossa a sorpresa.

La Corea Del Nord non ha replicato ufficialmente, così come non lo hanno fatto fonti ufficiali della Corea Del Sud, che più di altri si sta impegnando per tenere a freno il vicino Kim Jong-Un.

PROSEGUI LA LETTURA

Trump cambia idea: "La Corea Del Nord rappresenta una straordinaria minaccia" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:57 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Di Maio: "Taglieremo le pensioni d'oro". I suoi conti, però, non tornano Sat, 23 Jun 2018 11:20:24 +0000 http://www.polisblog.it/post/396285/di-maio-taglieremo-le-pensioni-doro-i-suoi-conti-pero-non-tornano http://www.polisblog.it/post/396285/di-maio-taglieremo-le-pensioni-doro-i-suoi-conti-pero-non-tornano redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Luigi Di Maio

Anche di sabato mattina Luigi Di Maio ha trovato il tempo per fare un annuncio: "diminuiremo le pensioni d'oro per aumentare le minime". Il Ministro dello sviluppo economico e del lavoro è convinto che riducendo le cosiddette pensioni d'oro, "quelle sopra i 4-5mila euro al mese", si otterrà un risparmio di 1 miliardo di euro che consentirà al Governo di aumentare le pensioni minime.

Questo il post del leader dei 5 Stelle:

È iniziata l'estate, e tanti italiani cominciano a farsi i conti in tasca per vedere se è rimasto qualcosa per una decina di giorni di ferie con la famiglia. Alcuni non le faranno proprio.

Altri invece faranno vacanze da nababbi sullo yacht perché hanno una pensione d'oro di migliaia e migliaia di euro - in alcuni casi anche oltre 20.000 euro netti - che da anni gli paga tutta la collettività a causa delle distorsioni del vecchio metodo retributivo, che gli permette di avere molti più soldi rispetto a quelli che hanno versato.

Uno sfregio a quei tre milioni di italiani che non hanno neppure i soldi per fare la spesa, perché sono stati abbandonati dalle istituzioni. Sia chiaro: chi si merita pensioni alte per avere versato i giusti contributi ne ha tutto il diritto, ma quest'estate per i nababbi a spese dello Stato sarà diversa. Vogliamo finalmente abolire le pensioni d'oro che per legge avranno un tetto di 4.000 / 5.000 euro per tutti quelli che non hanno versato una quota di contributi che dia diritto a un importo così alto. E cambiano le cose in meglio anche per chi prende la pensione minima, perché grazie al miliardo che risparmieremo potremo aumentare le pensioni minime.

Quest'estate non ci sono i mondiali, ma presto avremo qualcosa da festeggiare: la fine delle pensioni d'oro e l’inizio di un’Italia più giusta.

Bisogna fare una premessa: Di Maio parla genericamente di pensioni da 4-5mila euro. Nel contratto di Governo per pensioni d'oro si intende "quelle sopra i 5mila euro netti mensili non giustificate dai contributi versati".

Resta da capire come farà questo Governo ad approvare un provvedimento di questo tipo. Per quanto possa risultare ingiusto che qualcuno abbia approfittato "delle distorsioni" del sistema retributivo, non ha certamente perpetrato una truffa ai danni dello Stato; per colpa degli errori del passato adesso gode di un diritto quesito ed ha legittimamente programmato la propria vecchiaia tenendo conto di cosa prevedeva la legge. Inoltre e non secondario, la stima di 1mld di risparmio offerta da Di Maio non sembra essere corretta. Gli italiani che percepiscono un assegno sopra i 5000 euro netti sono infatti poco più di 30mila (lo 0,2% del totale) e pesano per 4mld l'anno (1,4% del totale).

Inoltre bisognerebbe calcolare il reale squilibrio tra contributi versati e assegno pensionistico ottenuto; non tutte le pensioni sopra i 5mila euro netti sono infatti figlie del sistema retributivo. In ogni caso, una cosa va precisata: si può effettuare un taglio orizzontale delle pensioni chiedendo un "contributo di solidarietà". È stato già fatto con la legge di stabilità 2014 e la Consulta si è già espressa favorevolmente in tal senso, rendendo vani i ricorsi presentati alla Corte dei Conti. Discorso diverso è quello di sostenere che sia "immorale" una pensione sopra i 5mila euro, da tagliare quindi a prescindere da qualsiasi considerazione nel merito. Una legge di questo tipo verrebbe certamente bollata come incostituzionale. Inoltre bisogna anche considerare che il taglio delle "pensioni d'oro" porterebbe, di conseguenza, ad un minore incasso da parte dell'erario, da non sottovalutare per calcolare il reale risparmio complessivo.

In linea di principio è sicuramente condivisibile l'idea di tagliare le pensioni a quanti hanno approfittato del sistema retributivo per ottenere assegni notevolmente più elevati rispetto a quelli che avrebbero incassato con il sistema contributivo. È moralmente giusto che siano loro, dopo aver goduto di quello che, allo stato attuale, assomiglia tanto ad un privilegio, a fare un piccolo sacrificio con l'obiettivo di redistribuire.

Fatta questa premessa, sarebbe interessante conoscere i dati in possesso del Ministro Di Maio, grazie ai quali sostiene che sia possibile risparmiare 1mld dal taglio delle pensioni d'oro, tenendo anche ben presente che questa cifra redistribuita su chi percepisce un assegno inferiore a 750 euro mensili (11,5 mln di persone), porterebbe ad un aumento di circa 87 euro lordi; soldi che sarebbero sicuramente utili per chi si trova in reale difficoltà, che però non sembrano sufficienti a risollevare le sorti di chi ha perso negli anni grande potere d'acquisto. Insomma: questo aumento assomiglierebbe molto agli 80 euro di Renzi, che però erano netti e non lordi.

È iniziata l'estate, e tanti italiani cominciano a farsi i conti in tasca per vedere se è rimasto qualcosa per una...

Pubblicato da Luigi Di Maio su Sabato 23 giugno 2018

PROSEGUI LA LETTURA

Di Maio: "Taglieremo le pensioni d'oro". I suoi conti, però, non tornano é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:20 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Video - Milano, ladro deruba turista in stazione: l'inseguimento della polizia Sat, 23 Jun 2018 11:02:34 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/597014/video-milano-ladro-inseguito-dalla-polizia-in-stazione-centrale http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/597014/video-milano-ladro-inseguito-dalla-polizia-in-stazione-centrale Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Un borseggiatore ha derubato un turista del portafoglio in Stazione Centrale a Milano. Il suo furto è però avvenuto proprio davanti a 3 agenti di polizia fuori servizio, che si sono subito lanciati in un inseguimento a piedi. Gli agenti hanno impiegato diversi minuti per riuscire a raggiungere e bloccare l'uomo, trovato anche in possesso di 37 grammi di hashish. Il ladro, un giovane originario del Gambia, è stato dunque arrestato con l'accusa di furto aggravato e spaccio.

PROSEGUI LA LETTURA

Video - Milano, ladro deruba turista in stazione: l'inseguimento della polizia é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:02 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Lifeline lancia l'allarme: "scorte finite". Guardia Costiera italiana: "Non chiamateci più" Sat, 23 Jun 2018 10:38:57 +0000 http://www.polisblog.it/post/396221/salvini-nave-fuorilegge-lifeline-e-in-acque-di-malta-la-valetta-apra-i-porti http://www.polisblog.it/post/396221/salvini-nave-fuorilegge-lifeline-e-in-acque-di-malta-la-valetta-apra-i-porti redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Nave Lifeline

La Lifeline questa mattina ha lanciato l'allarme con un tweet: "Mv_Lifeline si trova con più di 200 persone a sud di Malta in acque internazionali. Poiché alcune scorte sono finite, oggi dobbiamo fare rifornimento alla nave. Abbiamo bisogno di medicine, coperte, ecc.".

Come noto, la Lifeline ha 224 migranti a bordo recuperati a nord della Libia ed è in attesa di sbarcare da 24 ore. L'Italia la considera "fuori legge" e Malta ha rifiutato di farla sbarcare nei suoi porti.

Salvini ha ribadito il concetto con un post su Facebook: "In questo momento le navi di due Ong (Open Arms, bandiera spagnola e Aquarius, bandiera di Gibilterra) sono nel Mediterraneo, in attesa di caricare immigrati.
Le navi di altre tre Ong (Astral, bandiera Gran Bretagna, Sea Watch e Seefuchs, bandiere olandesi) sono ferme in porti Maltesi. Che strano... La LIFELINE infine, nave fuorilegge con 239 immigrati a bordo, è in acque maltesi.
Tutto questo per dirvi che il Ministro lo farò insieme a Voi, condividendo tutte le informazioni che sarà possibile condividere, e per ribadire che queste navi si possono scordare di raggiungere l’Italia: voglio stroncare gli affari di scafisti e mafiosi! Buon sabato Amici, vi voglio bene
".

Secondo quanto riportato da Repubblica.it, la Guardia Costiera italiana avrebbe inviato questo messaggio alle navi che si trovano in zona libica: "Un messaggio circolare, di carattere tecnico-operativo per tutte le navi che si trovano in zona libica nel momento in cui si verifica un evento di 'distress' sappiate che l'autorità competente è la Guardia costiera libica, dunque coordinatevi con loro".

Lifeline, Malta rifiuta la richiesta ufficiale dell'Italia

20.30 - La richiesta inoltrata dalla Capitaneria di porto italiana a Malta è stata rispedita al mittente. Il governo maltese ha risposto negativamente a quella che era a tutti gli effetti una richiesta ufficiale di accogliere la nave Lifeline e far sbarcare i 224 migranti che sta trasportando, rifiutando di fatto ogni tipo di intervento in favore dell'imbarcazione della Ong olandese.

Malta si è detta disponibile soltanto ad effettuare "un soccorso mirato a pochi casi di prima emergenza" e, secondo il governo maltese, quello della Lifeline non è un caso di imminente pericolo.

Il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ha prontamente replicato al no di Malta:

La disumanità di Malta è lo specchio dell’atteggiamento dell’Europa. La Lifeline è ferma nelle acque SAR dell'isola e in grande difficoltà, con un carico di oltre 230 migranti a fronte di una capacità di accoglienza in sicurezza di circa 50 persone. Nessun altro Paese sta coordinando le operazioni, dunque le responsabilità maltesi sono ancora maggiori.
Eppure il centro di coordinamento dei soccorsi di La Valletta ha rifiutato, con la nota ufficiale che pubblichiamo in calce, qualsiasi tipo di intervento, se non il soccorso mirato a pochi casi di prima emergenza. Per loro, infatti, come evidenziato nella lettera, quello della nave Ong è un caso post-SAR, dunque non di imminente pericolo. Assurdo, dato che stiamo parlando di una nave con un carico circa cinque volte superiore le proprie effettive capacità.
Ribadisco: la Lifeline non sta navigando verso Nord, ma è ferma in acque SAR maltesi. E sta mettendo irresponsabilmente in pericolo tante vite umane.
La sua presenza era stata segnalata alle autorità dell'Isola sia da Frontex che dalla Guardia Costiera italiana.
I maltesi non hanno alcuna giustificazione per il loro atteggiamento.
Noi non ci stiamo. E’ l’Europa che deve intervenire per rimediare alla disumanità di Malta, per salvare ora i migranti di Lifeline e in futuro per scongiurare le partenze dei barconi della morte. Anche in sede Ue, sul tema non accetteremo soluzioni pre-confezionate che vanno a scapito dell'Italia.

LA LIFELINE E LA DISUMANITA’ DI MALTA

La disumanità di Malta è lo specchio dell’atteggiamento dell’Europa. La Lifeline...

Posted by Danilo Toninelli on Friday, June 22, 2018

18.00 - La Capitaneria di porto italiana ha chiesto ufficialmente a Malta di far attraccare la nave Lifeline che si trova al largo della costa maltese con a bordo oltre 200 migranti.

12.05 - Sulla nave Lifeline Malta fa sapere che nessuna richiesta ufficiale è arrivata dal governo italiano per accogliere la nave della Ong che trasporta 239 persone. "Malgrado la retorica di Salvini, nè la Lifeline nè il coordinamento di Roma hanno trasmesso a Malta una richiesta formale di accogliere la nave" scrive Malta Today citando fonti governative de La Valletta.

Salvini: nave Lifeline è in acque di Malta, La Valletta apra i porti

salvini nave lifeline porto di malta

"La nave fuorilegge Lifeline è ora in acque di Malta, col suo carico di 239 immigrati. Per sicurezza di equipaggio e passeggeri abbiamo chiesto che Malta apra i porti. Chiaro che poi quella nave dovrà essere sequestrata, ed il suo equipaggio fermato. Mai più in mare a trafficare" scrive su Twitter il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Lifeline dal canto suo sostiene, pubblicando una foto, che la nave della Ong tedesca batte bandiera olandese ed è stata registrata in Olanda. In un tweet Lifeline mostra la conferma di registrazione datata 29 settembre 2017, con Amsterdam quale porto di casa. La Ong spiega inoltre che il salvataggio dei migranti di giovedì scorso è avvenuto in acque internazionali e non libiche come contestato dal governo italiano.

Ieri il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Tonineli aveva detto che lo nave Lifeline sarebbe stata sequestrata dalle autorità italiane.

PROSEGUI LA LETTURA

Lifeline lancia l'allarme: "scorte finite". Guardia Costiera italiana: "Non chiamateci più" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:38 di Saturday 23 June 2018

]]>
0
Ballottaggi, spari tra la folla ad un comizio nel napoletano Sat, 23 Jun 2018 08:51:40 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/597007/ballottaggi-spari-tra-la-folla-ad-un-comizio-nel-napoletano http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/597007/ballottaggi-spari-tra-la-folla-ad-un-comizio-nel-napoletano Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Piazza Rosselli (Qualiano)

Ieri un comizio elettorale a Qualiano, nel napoletano, è stato interrotto da due uomini a bordo di uno scooter che hanno esploso colpi d'arma da fuoco tra la folla. I fatti sono avvenuti in Piazza Rosselli dove erano presenti molte persone per ascoltare le parole di Raffaele De Leonardis, candidato sostenuto dal centrodestra e da alcune liste civiche. Nel primo turno la coalizione di De Leonardis ha ottenuto il 47,1% dei voti, arrivando davanti alla coalizione di centrosinistra (42%) che sostiene il sindaco uscente Ludovico De Luca.

In Piazza Rosselli sono stati esplosi almeno 10 colpi di arma da fuoco, sotto gli occhi di un centinaio di persone. I carabinieri stanno indagando per riuscire ad individuare il movente e i responsabili di questa azione criminale che, solo fortunatamente, non ha portato al ferimento di nessuno dei presenti.

I due candidati a sindaco si sfideranno domani nel ballottaggio in un clima surreale. Nel giorno del voto del primo turno, infatti, i carabinieri hanno scoperto e denunciato 7 persone con la pesante accusa di compravendita di voti. Un candidato consigliere comunale venne sorpreso mentre consegnava dei buoni da 10 euro validi per una consumazione in un bar della zona.

Un 37enne, invece, è stato scoperto mentre consegnava 50 euro ad una 18enne ed un 22enne, mentre un altro 22enne poco prima si era accontentato di 30 euro. Nei cellulari dei 3 i carabinieri hanno trovato la foto del voto espresso in favore di chi era stato loro indicato. Fuori dalla casa dove avveniva la compravendita di voti c'erano anche 3 "vedette", allo stesso modo denunciate. Il materiale elettorale che aveva con sé il pregiudicato era relativo ad un candidato del centrosinistra.

PROSEGUI LA LETTURA

Ballottaggi, spari tra la folla ad un comizio nel napoletano é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:51 di Saturday 23 June 2018

]]>
0